Niente da fare, il Cjarlins Muzane non può giocare nel suo campo sportivo. La concessione dell’agibilità del campo sportivo “Della Ricca” di Carlino è stata bloccata ieri al termine del sopralluogo della commissione comunale di vigilanza per il pubblico spettacolo. Irremovibile nella sua decisione il funzionario operativo del comando provinciale dei vigili del fuoco, che ha ravvisato la non conformità alle norme dell’altezza della recinzione che separa il terreno di gioco dalle aree utilizzate dagli spettatori.

Il presidente Vincenzo Zanutta, ha così commentato ai micrfoni del Messaggero Veneto: "Comprendo la necessità di rispettare le norme, ma mi si deve spiegare perché si parla tanto di abbattimento delle barriere tra campo e tribune quando poi chi ci prova davvero viene ostacolato. Prima di cominciare i lavori abbiamo ottenuto il parere favorevole preventivo della questura di Udine e della Figc di Roma, che si è pure complimentata per la nostra iniziativa perché guarda al futuro. La contraddizione tra il parere favorevole della questura e la posizione contraria dei vigili del fuoco, che peraltro si sono limitati a questo diniego senza esaminare altri eventuali aspetti da sanare, è palese, e sembra risolvibile solo con una deroga che può essere concessa solo dal comandante regionale dei vigili del fuoco. Il presidente del Coni Fvg Giorgio Brandolin e quello della Figc Ermes Canciani si stanno facendo in quattro per sbloccare la situazione, ma a tutt’oggi non sappiano quando potremo giocare sul terreno del nostro paese. Ci disgusta constatare che ci si mette meno tempo a realizzare i lavori che a ottenere le autorizzazioni, a causa di questi irrigidimenti burocratici che stroncano l’impegno e la passione di chi cerca di fare qualcosa di concreto".

Sezione: TuttoDilettanti FVG / Data: Sab 23 settembre 2017 alle 10:37
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
vedi letture
Print