Mister Roberto Vecchiato ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dello scontro al vertice contro il Trento

"E’ molto bello poter giocare una partita del genere. L’abbiamo voluta fortemente, con tanto sacrificio e lavoro l’abbiamo raggiunta. Domani giochiamo una partita importante non solo per la classifica ma per la storia di questa società. Le motivazioni sono tantissime, vogliamo dare il meglio di noi stessi per portare a casa quello che sarebbe un grandissimo risultato”.

Venite da una brutta prestazione contro l’Ambrosiana. Questa sconfitta può avere delle ripercussioni?

“Non credo. La partita di domani sarà figlia soltanto del nostro lavoro. Abbiamo dei pregi e dei difetti ma se siamo noi stessi possiamo fare bene. Siamo fiduciosi, possiamo fare una prestazione di spessore“.

Per arrivare a questa sfida siete partiti da lontano, dallo scorso agosto ad oggi cosa è cambiato?

“Siamo arrivati ad una partita che tutti vorrebbero giocare. Abbiamo lavorato tanto in questi mesi, daremo tutti noi stessi come sempre. Sicuramente siamo cresciuti. Eravamo partiti con l’obiettivo della salvezza e ora lottiamo per il primo posto ma non abbiamo ancora fatto nulla”.

Quali sono secondo te i pregi e quali i difetti del Trento?

“Il Trento è una squadra molto compatta e umile. Anche gli attaccanti danno un contributo importante in fase difensiva. Concedono qualcosa, ma come tutte le altre squadre che abbiamo affrontato fino ad oggi. Se sono lassù vuol dire che sono stati per ora i migliori”.

Hai tutti a disposizione?

“Stiamo bene, tutti sono a disposizione. Siamo andati forte in questi giorni. Vogliamo dimostrare chi siamo. Anche Gnago, che ha avuto qualche problema nelle ultime settimane, è recuperato al 100%”.

Ti sei dato una spiegazione del blackout contro l’Ambrosiana?

“La squadra è andata forte fino al giorno prima e ha ricominciato ad andare forte il giorno dopo. E’ stata una partita inspiegabile. Queste cose capitano. Noi abbiamo tanti obiettivi e non doveva esserci uno stop del genere. Non deve più ricapitare una partita del genere. Non posso dare come alibi il covid. Ha creato problemi ma una squadra che ha un certo obiettivo e una certa classifica deve andare oltre”.

Quella di domani è sicuramente una partita fondamentale ma il campionato è ancora lunghissimo.

“Trento è fondamentale fino ad un certo punto. Ci sono tantissimi altri scontri diretti da quelli alla fine. Vogliamo avvicinarci alla vetta, dobbiamo pensare soltanto a questo”.

E’ sfida anche tra due grandi attacchi, la sfida si deciderà davanti?

“Può essere risolta anche con la giocata di un singolo. Tutte e due le squadre hanno qualità importanti da metà campo in su. Difficile prevedere però quale sarà la chiave di volta”.

Hai qualche rimpianto di non aver giocato questa partita a gennaio, quando eravate davanti in classifica?

“E’ andata così. Pensiamo soltanto a noi. Ciò che è stato è stato”.

Sezione: TuttoDilettanti FVG / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 20:20
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print