Eccellenza, il Lignano è vivo

04.02.2019 18:40 di Patrick Lavaroni  articolo letto 254 volte

L’anno scorso di questi tempi l’Union Pasiano, ultima classificata del campionato di Eccellenza aveva già un piede e mezzo in Promozione. Oggi nessuna compagine pare pronta a ergersi come “agnello sacrificale” della categoria. Il Lignano, alla seconda gara con mister Grillo ritrova il successo dopo un’infinita serie negativa. Il 4-2 con cui batte il Flaibano, inguaia la squadra di Peressoni e dà speranza ai gialloblù. Avanti con Tomadini, i gialloneri si fanno raggiungere da Candussio, mentre il nuovo vantaggio di Alessio viene vanificato dalla doppietta di bomber Cusin e dalla rete di Pinzin. Moto di orgoglio del Fontanafredda che batte il ferro finché è caldo, secco 2-0 a un Lumignacco che continua ad agonizzare in una stagione da montagne russe. Le reti portano le firme di Lisotto e Zambusi. Nello scontro diretto più caldo della giornata tra Tricesimo e Kras a trionfare sono i carsolini. Il primo tempo è tutto della squadra di casa con bomber Balzano che sigla l’1-0 a una decina di minuti dall’intervallo. Nella ripresa il Kras si ridesta e ribalta il risultato grazie a Menichini e Petracci. Tricesimo ora penultimo a 18 punti, 2 in più del Lignano e a parità di punteggio con Kras e Flaibano. 20 punti per il Cordenons, risucchiato nei playout per effetto del sorpasso del Fontanafredda. Ma i pordenonesi granata non hanno fatto male in questo turno. Con un buon 2-2 hanno fermato la marcia di una Gemonese in gran forma, ecco la dinamica del match. Vantaggio dei montani al 4’ del primo tempo, rete di Arcon. 6 minuti più tardi arriva il pari di Zossi. Alla mezzora giunge il nuovo vantaggio targato Granieri, ma è Diop che dal dischetto fissa il risultato sul segno x nelle prime battute del secondo tempo. Nelle zone nobili, il San Luigi ha in tasca un pezzo di Serie D grazie alla vittoria per 3-1 contro il Brian. Onore alla squadra di Birtig che reagisce allo svantaggio messo a segno da Tendino con il gol di  Lascala, ma i triestini fanno valere il loro ruolo di capolista e colpiscono ancora due volte con Stipancich e Ciriello. Successo che assume ancora più valore in virtù della sconfitta della Pro Gorizia che scivola a -10. La neopromossa sta facendo un campionato di alto livello ma la sconfitta nel derby isontino con il Ronchi certifica la sua crisi del nuovo anno. I granata passano con i soliti Bardini e Lucheo  e con l’autorete di Cerne. Per i goriziani gol di Bozic. Chiudono la giornata il pari per 1-1 tra Manzanese e Fiume Veneto e il pesante successo della Juventina sul Torviscosa per 2-1.