Dilettanti, il presidente Sibilia: "Non ci sono le condizioni per ricominciare. Il pericolo annullamento è concreto"

27.04.2020 10:50 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Dilettanti, il presidente Sibilia: "Non ci sono le condizioni per ricominciare. Il pericolo annullamento è concreto"

Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, ha parlato della situazione assai delicata del calcio dilettantistico: "Al momento non ci sono le condizioni per poter rispettare un protocollo che pone determinate condizioni, aspettiamo un ulteriore documento. Parto da quello che disse Spadafora una ventina di giorni fa, la possibilità di avere un importo di 400 milioni per le società dilettantistiche, un mondo che ha più di un milione di tesserati, un esercito che svolge un ruolo sociale, di aggregazione e formazione dei giovani".

C'è il rischio che il movimento non riparta?
"Il pericolo è concreto e mette a rischio tanti adolescenti, ci appelliamo alle autorità governative e ai vari ministeri affinché possano esserci vicini: siamo convinti che il calcio debba ripartire, ma solo con la sicurezza dal punto di vista sanitario".