primo piano

Udogie, Larsen, Soppy, Molina, l’Udinese sulle fasce ha una garanzia solidissima

UDINE, ITALY - AUGUST 27: Luca Gotti head coach of Udinese Calcio  issues instructions to  Nahuel Molina of Udinese Calcio during the Serie A match between Udinese Calcio and Venezia FC at Dacia Arena on August 27, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L'Udinese per questa stagione ha un pacchetto di esterni di ottimo livello. Soppy, Molina e Udogie sono ragazzi già pronti e che possono crescere esponenzialmente, mentre Larsen darà a questi ragazzi l'esperienza che manca.

Davide Marchiol

L'Udinese è pronta a far volare le sue fasce. È questo il concetto che emerge dopo un mercato estivo che ha portato in Friuli ben due rinforzi di spessore proprio per le corsie. A disposizione di Luca Gotti ora ci sono Nahuel Molina, Destiny Udogie e Brandon Soppy. Tre giovani, che possono crescere ancora tanto ma che già ora sembrano una garanzia in campo. Forti e futuribili è sempre stato il motto dei bianconeri, che nelle ultime stagioni si era un po' perso e ora sembra pronto a ritornare con forza. Questo ovviamente senza dimenticare Stryger Larsen, sempe una garanzia quando schierato in campo.

Su Nahuel Molina si sono spese già tantissime parole e tutte importanti. Ha fatto inizialmente errori come tutti i giovani che arrivano da una cultura completamente diversa come quella sudamericana. Fin da subito però si sono viste le qualità che hanno convinto l'Udinese a tesserarlo dopo l'avventura al Boca Juniors. Nella stagione scorsa, esplondedo "solo" a febbraio ha messo a referto 2 gol e 7 assist, dando una prima traccia di quello che ora è un trand confermato. Il nazionale argentino ora è già partito con un gol (più un altro in Coppa Italia) e un assist. Ha fatto capire quanto sarà importante la catena di destra per i successi delle zebrette.

Dietro di lui i Pozzo hanno portato in bianconero Brandon Soppy. Classe 2002, con il Rennes e le giovanili della Francia ha già stupito e per i friulani è un vero e proprio colpaccio (a patto di avere ovviamente pazienza, attendendo il suo ambientamento). Ha giocato nell'amichevole contro le Dolomiti Bellunesi, un test ovviamente non probante, ma abbiamo già capito che il nativo di Aubervilliers ha gamba, velocità e buone capacità nell'uno contro uno. Come tutti gli esterni migliorerà sul lato difensivo col tempo.

La corsia di destra sulla carta è dunque solidissima e porterà tante soddisfazioni ai bianconeri. Non vuole essere da meno la catena di sinistra, che l'anno scorso è stata un po' più fragile. Per darle consistenza è arrivato un talentino come Udogie. L'ex Verona è dotato al pari dei due compagni di velocità e strapotere fisico, che in un 3-5-2 è cosa fondamentale. La difesa a tre richiede esterni di spessore e l'Udinese quest'anno sembra proprio averli. Giocatori importanti non solo per il presente, ma anche per il domani, perché per loro il futuro si prospetta veramente radioso.

Alle spalle di Destiny c'è la certezza Stryger Larsen, che farà da chioccia, magari aiutando questi ragazzi ad assimilare la fase difensiva, cosa in Italia mai semplice. Nel frattempo il danese discuterà anche il rinnovo, tanto chiacchierato in estate e che poteva portare l'ex Austria Vienna altrove. Ora c'è tempo e spazio per trovare un accordo che è molto atteso, tutto l'ambiente bianconero vorrebbe infatti trattenere alla base il polivalente classe '91 per motivi che, vedendo il suo rendimento, risultano ovvi.

tutte le notizie di