primo piano

L’Udinese mostra passi avanti, ma i rinforzi servono

L’Udinese mostra passi avanti, ma i rinforzi servono

L'Udinese contro l'Empoli ha mostrato passi avanti, ma sono ancora necessari almeno due innesti. Udogie subito importante, Samardzic può diventarlo.

Davide Marchiol

L’Udinese nell’ultimo test contro l’Empoli ha mostrato alcuni dei passi avanti attesi. Smaltiti parzialmente i carichi di lavoro del ritiro, i bianconeri sono riusciti a far vedere più compattezza rispetto alle gare con Sturm Graz e Lens, limitando le amnesie. Una partita dove la truppa di Gotti poteva fare anche più di un solo gol e il fatto di aver realizzato un'unica rete ha anche esposto al rischio “beffa” (per quanto il termine si possa utilizzare per un test amichevole). Sicuramente lato cattiveria sottoporta ci sarà da migliorare, sperando in qualche risposta da un mercato che latita un po’ per tutte le squadre.

Innanzitutto le amichevoli hanno dimostrato, ma qui bastava un conteggio anche solo numerico, che serve un difensore centrale. Se si vuole fare la difesa a tre anche in questa stagione allora quattro elementi non possono bastare. Con Becao affaticato si sono visti quasi sempre davanti a Silvestri (o Padelli o Scuffet) De Maio, Nuytinck e Samir. L’alternativa è ancora l’adattamento di Zeegelaar, come fatto nella stagione 20/21 in caso di emergenza, ma un rinforzo di ruolo serve. Saltato Glik, e con Wendell rimasto una voce, si attende un colpo a sorpresa alla Samardzic per permettere a Gotti di avere qualche alternativa soprattutto in caso di squalifiche e problemi fisici.

A proposito del centrocampista offensivo tedesco, ha fatto vedere subito di avere mezzi importanti. Chiaramente il campionato è un’altra cosa rispetto ai test estivi, ma il talento per costruire un altro bel giocatore c’è. Tutto sta nel vedere come si adatterà alla Serie A, campionato mai semplice da assimilare. Chi invece sta facendo salire le aspettative è Destiny Udogie. Per quanto giovane, sembra già dotato di personalità da vendere. Al Verona aveva iniziato a far intravedere di che pasta è fatto, ora in bianconero può crescere. Non un caso che Gotti gli dia sempre indicazioni e consigli in campo, c’è la sensazione che questo ragazzo possa essere fin da subito un elemento importante, andando a formare col dirimpettaio Nahuel Molina una coppia d’esterni di tutto rispetto.

Tornando al principio, l’attacco. Pussetto sta dando buoni segnali, Cristo Gonzalez sembra cresciuto dopo i prestiti, ma per stare tranquilli servirebbe un innesto. Cosa non semplice, visto che tutti cercano una punta e l’Udinese sta riflettendo. Okaka è molto richiesto e il ritorno dall’infortunio di Nacho potrebbe togliergli spazio, quindi potrebbe partire e se dovesse succedere un innesto diventerebbe allora fondamentale. Ad oggi i nomi fatti non sono particolarmente concreti, a parte quello di Broja, che però vorrebbe restare in Premier League. Anche sul fronte offensivo dunque il post Ferragosto sarà fondamentale.

tutte le notizie di