Alle 15:00 si giocherà Udinese - Fiorentina valevole per la 24° giornata del campionato di Serie A.

Basta rivolgere uno sguardo alla classifica per capire che sarà un match delicato che mette sul piatto tre punti preziosi per entrambe le squadre. Friulani e Viola sono appaiati in classifica (con anche Benevento e Spezia) a quota 25 punti, a più dieci dal Cagliari terzultimo che però vuole cambiare la rotta dopo il cambio alla guida tecnica e dispone di una rosa di qualità per poter centrare l’obiettivo salvezza.

Il match della Dacia Arena come detto è importante per ambedue le compagini dato che permetterebbe alla squadra vincente di allungare in classifica impantanando, di conseguenza, quella sconfitta nella bagarre salvezza. Per evitare ciò probabilmente un punto a testa accontenterebbe sia l’Udinese che gli ospiti ma è ampiamente conosciuto il fatto che in questo sport non si possa giocare per il risultato minimo perchè alla fine non si riesce a raggiungere nemmeno quello. Quindi sarà partita vera, anche perchè è vero che il campionato è ancora lungo e una sconfitta non rappresenterebbe un colpo da K.O. ma sicuramente contribuirebbe a gettare sconforto e cattivi pensieri sulla squadra battuta anche perchè ora si entra nel periodo “clou” dove i punti pesano un po’ di più. 

L’Udinese deve dare continuità, dal punto di vista della voglia e dello spirito, al secondo tempo del Tardini di Parma di domenica scorsa ma al tempo stesso deve cancellare una prestazione che nel complesso non è stata sicuramente positiva e che si è andata ad aggiungere alla sconfitta pesante dell’Olimpico di due settimane prima con la ROma. Mister Gotti deve fare il conto con le assenze di Pereyra e Zeegelaar squalificati e Deulofeu e Ouwejan  infortunati. Davanti a Musso classica difesa a tre con Bonifazi che dovrebbe partire dalla panchina, in mezzo più Makengo di Wallace mentre sulla corsia di destra chance per Molina con Stryger Larsen a sinistra. Davanti Llorente, Nestorowski e Okaka salvo sorprese si giocano due maglie.

La Fiorentina arriva galvanizzata dalla vittoria convincente per 3 a 0 sullo Spezia e dalla fiducia per aver già battuto i bianconeri nei due precedenti di questa stagione. Ad alzare l’asticella tecnica oltre che l’entusiasmo è il ritorno di Ribery che farà coppia con Vlahovic nel 3 - 5 - 2 di Prandelli. Non recuperato Bonaventura, al suo posto ritrova una maglia da titolare Castrovilli. Difesa diretta da Pezzella, ai suoi lati dovrebbero agire Milenkovic e Martinez Quarta. Unico dubbio sulla corsia di destra con il ballottaggio tra Venuti e Malcuit.

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 08:00
Autore: Alberto Artico
Vedi letture
Print