primo piano

Udinese-Cjarlins Muzane, i più e i meno: buona la prima per Samardzic

Udinese-Cjarlins Muzane, i più e i meno: buona la prima per Samardzic

I più e i meno dell'amichevole giocata contro il Cjarlins Muzane

Jessy Specogna

L'Udinese batte 4-0 il Cjarlins Muzane grazie alla doppietta di Micin e alle reti di Okaka e Arslan. Ottimo l'esordio di Lazar Samardzic, così come la prestazione di un Tolgay Arslan sempre più leader tecnico. Questi i più e i meno del match.

I PIÙ

Samardzic - Ieri il primo allenamento in gruppo, oggi subito in campo. Settanta minuti di qualità per lui. Nonostante l'avversario di basso spessore, il giovane tedesco ha messo in mostra già cose interessanti: un ottimo mancino, eleganza palla al piede ed una gran visione di gioco. Due assist per lui alla sua prima in bianconero, nel ruolo che fu di Rodrigo De Paul.

Arslan - Il turco-tedesco si conferma tra i più in palla in questo precampionato. Tanta qualità ed un gol di pregevole fattura. Giocatore di caratura superiore.

Micin - Doppietta per il jolly serbo, schierato quest'oggi da esterno destro a tutta fascia. Dimostra di avere delle qualità. Meriterebbe di essere preso maggiormente in considerazione.

I MENO

Okaka - Ancora una volta tra i peggiori. Trova il gol, è vero, ma fa poco altro. Il fatto che sia stato impiegato oggi per tutta la partita contro il Cjarlins, quando domani si giocherà un test ben più probante contro l'Empoli, può essere un segno del fatto che al momento è tutto fuori che incedibile.

Palumbo - Il centrocampista italo-norvegese classe '02 continua a non convincere, nonostante da molti venga considerato come un talento. Nè carne nè pesce. La sensazione è che gli manchi personalità.

Ballarini - Il più in difficoltà nella retroguardia. Nel primo tempo il vivace Michelotto lo salta regolarmente, nel secondo si sposta a sinistra e la situazione migliora. Bilancio comunque non positivo.

 

tutte le notizie di