primo piano

Per l’Udinese è giunto il momento di cambiare marcia

Beto of Udinese Calcio celebrates after scoring a goal during the Serie A football match between Atalanta BC and Udinese Calcio at Gewiss Stadium, on October 24, 2021 in Bergamo, Italy (Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)

Il punto sul campionato bianconero

Stefano Pontoni

La vittoria interna contro il Sassuolo conquistata con il risultato di 3-2 permette all’Udinese di allungare sulla zona retrocessione e, soprattutto, dà una grande iniezione di fiducia agli uomini di Gotti che in questo avvio di campionato stanno faticando più del previsto. In estate la partenza di un giocatore determinante come Rodrigo De Paul ha sicuramente indebolito la rosa dei friulani che, però, hanno a propria disposizione un gruppo decisamente migliore rispetto a quello delle altre squadre impegnate nella lotta per non retrocedere.

I bianconeri vincono con il Sassuolo e allungano sulla zona retrocessione

La vittoria contro il Sassuolo è particolarmente importante per l’Udinese soprattutto considerando qual è stato l’andamento della partita. Dopo essere andati in vantaggio nei primi minuti di gioco grazie alla rete di un ritrovato Deulofeu, i friulani erano stati prontamente raggiunti sul pareggio a causa di un clamoroso errore di Silvestri. Quell’episodio avrebbe potuto mettere in ginocchio la squadra di Luca Gotti che invece ha prontamente reagito e alla fine è riuscita a portarsi a casa una vittoria importantissima che oltre a muovere la classifica fa morale. Rispetto alle dirette rivali nella lotta per retrocedere l’Udinese ha a propria disposizione una rosa di qualità in ogni reparto che dovrebbe consentire ai bianconeri di salvarsi senza particolari patemi d’animo ma ciò non può e non deve far pensare che la salvezza sia scontata. Negli ultimi anni sono state diverse le squadre che si sono improvvisamente ritrovate invischiate nelle zone meno nobili della classifica e la sensazione diffusa è che anche quest’anno saranno almeno sei le società che lotteranno fino al termine della stagione per garantirsi la permanenza in massima serie.

La lotta per non retrocedere entra nel vivo

Mentre la Salernitana anche secondo le scommesse sul calcio resta la principale indiziata per il ritorno immediato in cadetteria, al momento all’ultimo posto troviamo il Cagliari che è la vera sorpresa in negativo di questo inizio di campionato. I sardi approcciavano a questa stagione con l’obiettivo di conquistare una salvezza tranquilla e con l’ambizione di chiudere a centro classifica, ma sino a ora non hanno mantenuto le aspettative. Sono solo sei i punti conquistati dai rossoblu nelle prime 12 giornate e neanche l’avvicendamento in panchina di Semplici e Mazzarri è bastato a invertire la rotta. Di settimana in settimana si fa poi sempre più complicata la situazione della Sampdoria che dopo l’addio a Claudio Ranieri non è riuscita a trovare ancora il giusto feeling con il nuovo allenatore D’Aversa. Anche il Genoa continua a faticare ed è notizia di queste ore che la nuova proprietà americana ha deciso per l’esonero di Ballardini. Al suo posto è stato chiamato un ex Pallone d’Oro come Andriy Shevchenko e c’è enorme curiosità nello scoprire come l’ucraino se la saprà cavare alla prima esperienza su una panchina di Serie A.

La stagione di Serie A sta finalmente entrando nel vivo e in casa Udinese regna un cauto ottimismo. Non vediamo l’ora di scoprire cosa riuscirà a fare la squadra di Gotti, ma la sensazione è che quest’anno i bianconeri possano togliersi delle belle soddisfazioni.

tutte le notizie di