primo piano

Momento di appannamento, Walace protagonista in negativo contro Verona e Inter

Walace Souza Silva (Udinese) during the Italian football Serie A match Udinese Calcio vs SSC Napoli on September 20, 2021 at the Friuli - Dacia Arena stadium in Udine, Italy (Photo by Ettore Griffoni/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images)

Nel calo dell'Udinese, si nota il momento di appannamento di Walace, autore di due prestazioni negative in un trend di generale opacità.

Davide Marchiol

Non è un momento semplice in casa Udinese, reduce da quattro pareggi e una sconfitta nelle ultime cinque giornate. Il 2-0 con l'Inter ha accentuato definitivamente alcuni problemi sorti dopo il buon avvio. Di fatto le zebrette hanno costruito la loro attuale classifica nelle prime tre giornate, con il successo per 0-1 in casa dello Spezia che risale ormai al lontano 12 settembre. Tante le occasioni buttate. Sui piatti della bilancia ci sono sia giocatori che si sono rivelati essere belle scoperte, come Success e Beto, che invece ragazzi che sono andati verso un calo preoccupante.

Uno di questi è Walace, il play di centrocampo. Il ragazzo brasiliano ha visto aumentare il suo spazio sei mesi dopo il suo arrivo. Questo grazie a una buona crescita arrivata post lockdown nella stagione 2019/2020. Il contemporaneo addio di Mandragora ha spianato la strada alla sua titolarità in mezzo al campo. Come tutti i registi la velocità non è mai stata il suo punto di forza. D'altronde è anche dotato di una struttura fisica importante. Però al netto di questo ha iniziato a capire sempre meglio come occupare gli spazi e come far girare la palla velocemente per dettare i ritmi della manovra friulana.

Una crescita magari non clamorosa ma che sembrava costante, almeno fino a questo avvio di stagione 2021/2022. Soprattutto ora, in un momento non semplice della squadra, alcuni errori sono balzati all'occhio. Se contro la Fiorentina il contatto con Vlahovic ha portato a un rigore molto dubbio, negli incroci contro Hellas Verona e Inter le prestazioni sono state negative. I palloni persi sono un suo importante tallone d'Achille e mercoledì il discusso penalty nasce proprio da questo, si è fatto soffiare la sfera con eccessiva facilità. Tenuto a riposo nello scontro con i nerazzurri per Jajalo, subentra e si aprono varchi importanti per Correa.

Il momento non è positivo e si vede. Forse per un momento di appannamento fisico o probabilmente perché la squadra sembra aver perso le misure. Ora però in mezzo al campo l'Udinese sembra un po' in sofferenza. La crescita di Walace c'è stata, ma ora non ci dev'essere una decrescita che vanificherebbe gli sforzi fatti. Senza contare che comunque, non dovesse esserci un invertimento del trend, c'è un Samardzic che scalpita, anche se in un ruolo diverso. Il tedesco ha dimostrato di avere qualità nei piedi. Chissà che non si cambi ulteriormente in campo con una modifica dal punto di vista della regia, preferendo un play alto a un play basso.

tutte le notizie di