primo piano

L’attacco sta cambiando volto, Isaac Success subito incisivo

UDINE, ITALY - OCTOBER 27: Isaac Succes of Udinese Calcio celebrates with teammates after scoring the opening goal during the Serie A match between Udinese Calcio and Hellas Verona FC at Dacia Arena on October 27, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Isaac Success è stata la carta a sorpresa giocata con successo da Luca Gotti nel turno infrasettimanale.

Davide Marchiol

Il nome a sorpresa per Udinese-Hellas Verona ha un nome e un cognome. Si tratta di Isaac Success, che ha trovato mercoledì il suo esordio dal primo minuto con le zebrette. Luca Gotti da un lato sta mantenendo una certa rigidità nei cambi in corsa (anche mercoledì il timing è stato dubbio). Dall'altro lato però si sta mostrando più malleabile per quanto riguarda l'undici iniziale, con ormai tante novità viste tra le fila bianconere e mercoledì c'è stato l'ennesimo (bel) colpo di scena.

Dopo il buon input lanciato dal 3-4-3 dell'Udinese nel match contro l'Atalanta, Gotti ha optato per un 3-4-2-1 per l'infrasettimanale. Una variazione leggera di assetto, per portare avanti l'idea di una squadra un po' più offensiva. Insieme a Beto il Tucu Pereyra e, decisamente a sorpresa, Success hanno agito sull'arco offensivo. Il nigeriano, prelevato dai bianconeri nel lontano 2014, girato al Watford e riportato in Friuli questa estate, è atteso dalla stagione del salto di qualità. In Inghilterra il talento non è stato unito alla continuità, obiettivo che il numero 7 insegue in quel di Udine.

Un avvio di campionato difficile, con tanti problemi fisici che lo hanno tenuto in disparte, poi i primi minuti con l'Atalanta e poi la titolarità con l'Hellas Verona. Una fiducia presa subito e anche ripagata nell'immediato. Ad oggi Isaac ha mostrato di avere tanta velocità, ma anche una fisicità tale che lo rende cliente difficile per i difensori tra le linee. Contro gli scaligeri l'ha sbloccata subito lui, lavorando alla grandissima insieme a Beto. Il portoghese ha creato lo spazio, il fantasista si è inserito e l'ha messa nell'angolino.

Una piacevole sopresa dunque fino ad ora, con la speranza che questi primi ottimi segnali trovino una certa continuità. Ad oggi infatti Success ha un tempo solo nelle gambe, ma con la condizione atletica in miglioramento i minuti a disposizione potrebbero aumentare. Con un Pussetto che sta avendo ora qualche problema fisico, il numero 7 potrebbe essere la seconda sorpresa stagionale dopo Beto, con sempre quel Samardzic ancora da scoprire completamente e che sembra possa portare un carico pieno di qualità.

tutte le notizie di