La fiducia e l'apprezzamento di Tudor ci sono, ora sta a Balic ripagare il tecnico

11.07.2019 11:28 di Jessy Specogna   Vedi letture
La fiducia e l'apprezzamento di Tudor ci sono, ora sta a Balic ripagare il tecnico

"Balic? Fino ad oggi non è riuscito ad esprimere il suo potenziale, ciò dipende anche dalle scelte degli allenatori precedenti. A me piacciono i giocatori di qualità e lui è uno di quelli. Mi piace chi sa giocare al calcio, non chi recupera palloni. Il bel gioco è determinato da giocatori che sanno giocare a calcio: Balic sa giocare a calcio, a me piace. Negli anni scorsi a centrocampo sono stati scelti giocatori diversi e lui giustamente ha faticato. Se la squadra ha qualità, lui si può esprimere bene. Se si sta dietro a lottare, lui fatica perché ha caratteristiche completamente diverse."

Così ha parlato ieri mister Igor Tudor di Andrija Balic nella prima conferenza stampa della stagione. Dichiarazioni che sanno tanto di fiducia nei confronti del classe '97 di Spalato, reduce dall'esperienza in prestito al Fortuna Sittard. Tudor lo ha detto chiaramente, i giocatori di qualità gli piacciono e Balic, nonostante tutti gli altri difetti che gli si possono trovare, è uno di questi. Non a caso, era stato proprio il tecnico ex Galatasaray, che aveva già conosciuto il ragazzo ai tempi dell'Hajduk Spalato, a dare fiducia e continuità al croato al termine della stagione 2017/18.

In un contesto ideale di una squadra in grado di proporre calcio, Balic trova il suo habitat naturale, viceversa, in una squadra impostata solamente in modalità barricata, di fatto Balic diventa inutile e quasi dannoso, non avendo nell'interdizione la sua caratteristica principe. L'idea di Tudor, come detto ieri in conferenza stampa, è quella di costruire una squadra capace di giocare la palla e per fare ciò è chiaro che servano giocatori che con la sfera da gioco abbiano dimestichezza. Ecco dunque che Balic potrebbe davvero avere in questa stagione l'occasione d'oro per far vedere quelle qualità fino ad ora esibite in maniera abbastanza sbiadita.

La fiducia del tecnico c'è e sembra essere incondizionata, ora starà a Balic ripagarla in quella che sicuramente sarà per lui l'ultima occasione utile per dimostrare di essere un giocatore sul quale l'Udinese può puntare per il futuro.