Al termine della gara dello Scida che ha visto il ritorno alla vittoria dell'Udinese, il tecnico dei friulani Luca Gotti ha commentato a Sky Sportla prestazione dei suoi: "Il rosso e il rigore concesso ingenuamente, e anche l'azione del palo del Crotone, che mi ha messo molta paura, è stata un'ingenuità. Questi sono stati i nei della partita. La squadra ha cercato di gestire le varie fasi ma non è facile contro un Crotone che ha messo in difficoltà un po' tutti."

Sulla scelta di Nestorovski e Okaka: "Cerco di vedere durante la settimana chi sta meglio e chi può dare il contributo migliore. Stefano è stato fuori tanto tempo e ha una mole per cui ci mette più degli altri a ritrovare la condizione ideale. Lui da sempre è stato un giocatore centrale nelle mie scelte, molto importante per la squadra."

Sulla crescita di De Paul: "Ho già avuto modo di dirlo: ho visto la sua grande crescita in parallelo dentro e fuori dal campo. Ha acquisito una grande mentalità e al di là delle qualità calcistiche, è un leader vero in senso positivo. E' il primo a spronare i compagni, è molto presente in entrambe le fasi di gioco e si sta completand a tutto tondo. Andrà via? Non posso saperlo io, sono questioni di mercato. Lui è a Udine da 5 anni e ha espressi valori che si alzano sempre. Il ragazzo ha fatto una sua crescita, noi due siamo affini su come vediamo le cose e questo ci facilita nel giudicare le cose. Oggi ha sbagliato anche tanti palloni che normalmente non sbaglia, ha sentito anche lui il carico della partita."

L'obiettivo a livello di piazzamento: "Sono esercizi con se stessi, a tavolino che vengono spesso smentiti dal campo. Ognuno fa i propri pensieri e cerca di ottenere il massimo. Ranieri vuole fare 52 punti? Mi auguro che faccia più punti possibili e mi piacerebbe fare un punto in più della Sampdoria".

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 17:44
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print