primo piano

Gotti in conferenza: “Metteremo in campo il massimo di noi stessi”

UDINE, ITALY - JUNE 28: Luca Gotti head coach of Udinese Calcio gestures during the Serie A match between Udinese Calcio and Atalanta BC at Stadio Friuli on June 28, 2020 in Udine, Italy.  (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Luca Gotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Udinese-Juventus. Qual è lo stimolo da parte sua e della squadra di ricominciare affrontando subito un’avversaria come la Juventus? Sono già 45 giorni che lavoriamo, nei quali si...

Jessy Specogna

Luca Gotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Udinese-Juventus.

Qual è lo stimolo da parte sua e della squadra di ricominciare affrontando subito un'avversaria come la Juventus?

Sono già 45 giorni che lavoriamo, nei quali si è accumulata questa voglia di ricominciare il cammino. Farlo contro la squadra principe degli ultimi 10 anni è doppiamente stimolante.

Come arriva la squadra a questo impegno?

Da una parte sappiamo che non sarà una partita normale per i nostri tifosi e per il nostro presidente. Arriviamo a questo impegno come succede in questa parte del campionato, a piccoli passi. Settimana dopo settimana abbiamo avuto dei miglioramenti, sappiamo che la squadra è ancora da definire e ci apprestiamo a mettere il massimo di noi stessi in campo.

Quale può essere una chiave per mettere in difficoltà l'undici di Allegri?

Bisognerà concedere poco spazio e non rinunciare ad attaccare. Queste squadre non devono rientrare nella zona di comfort e per metterle in difficoltà ci vogliono forza fisica e mentale, oltre che un po' di fortuna.

Che Juventus si attende?

Mi aspetto la Juventus che siamo stati abituati a vedere per cinque anni con Allegri: una squadra forte e con mentalità vincente. Da viceallenatore l'ho incontrato molte volte, è un amico e gli riconosco la capacità di leggere la partita a gara in corso con una qualità di alto livello. Affrontarlo sarà di sicuro stimolante.

Forestieri si è fermato per un'elongazione muscolare. Larsen invece può farcela a recuperare?

Ieri Larsen non si è allenato con la squadra, l'allenamento di oggi sarà importante per valutare le sue condizioni.

Vede Deulofeu come un giocatore in crescita? E' pronto per giocare domani?

Di sicuro è in crescita e mi sembra che stia bene. Allo stesso tempo è anche lontano dal suo massimo potenziale, ha pochissimi minuti nelle gambe e ci vorrà ancora un po' di pazienza.

Si ritorna al 50% di capienza degli stadi. Qual è il suo messaggio per i tifosi?

Bentornati, finalmente potremo tornare ad avere il vostro importantissimo sostegno.

tutte le notizie di