primo piano

Gotti in conferenza: “L’idea è di andare a San Siro per fare punti”

UDINE, ITALY - OCTOBER 27: Luca Gotti head coach of Udinese Calcio  looks on during the Serie A match between Udinese Calcio and Hellas Verona FC at Dacia Arena on October 27, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Le parole in conferenza stampa di Gotti

Jessy Specogna

Luca Gotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Udinese.

Mister, 4 pareggi consecutivi, l’ultimo con l’Hellas hanno lasciato parecchio amaro in bocca ed ora l’Inter. Come si è preparata la squadra in questi pochi giorni sul campo, anche sotto il profilo psicologico?

<<Siamo tutti dispiaciuti, io per primo, del risultato che è maturato contro il Verona. Quella di domani contro l’Inter è la terza partita in una settimana, l’obiettivo è quello di recuperare le energie al meglio e di ricreare quell’intensità mentale che ha caratterizzato le prima due partite della settimana contro Atalanta e Verona>>.

Al di là dei rigori e degli episodi arbitrali, ha affrontato questo tema con la squadra sul risvolto magari della concentrazione per evitare errori, anche indotti, che pregiudicano ottime prestazioni come quella di mercoledì?

<<Tutto è migliorabile quindi l’impegno deve essere, da parte mia in primis, di evitare un errore. Questo deve essere anche il focus di ogni calciatore: cercare di limitare il numero degli errori. Va anche detto che il primo tiro in porta il Verona lo ha fatto al 93’. Per arrivare a non concedere un tiro in porta durante la partita ad una squadra che sta producendo quanto il Verona vuol dire che tutti erano concentrati al massimo e soprattutto vuol dire che gli errori, fino all’episodio che ha portato al rigore, sono stati limitati>>.

Di fronte ce l’Inter che è chiamata ad inseguire Milan e Napoli. Come e quanto è cambiata la squadra di Inzaghi e che avversario si aspetta considerando che lo scorso anno all’andata la sua Udinese fu l’unica a tenere a secco i nerazzurri. Che tipo di partita sarà e quanto è cambiata questa Inter di Inzaghi rispetto a quella dello scorso anno?

<<A mio giudizio quest’anno il sistema è il medesimo ma sono cambiate alcune linee di gioco, è una via di mezzo tra l’Inter dell’anno scorso e la Lazio dello scorso campionato. Una via di mezzo che si adatta a questa Inter che ha cambiato anche due/tre interpreti rimanendo una squadra di assoluto valore>>.

C’è un aspetto particolare che la preoccupa di più dell’Inter e su cui ha lavorato e cosa vuole assolutamente vedere domani dall’Udinese?

<<Un aspetto in particolare no perché l’Inter è una squadra forte. Domani voglio vedere una squadra che farà di tutto per portare a casa dei punti>>.

Come sta Pussetto con il suo dolore al ginocchio. Rientra Deulofeu, come lo ha visto e se può dare da subito un contributo importante

<<Su Nacho non è cambiato nulla rispetto al pre-gara di mercoledì. Continua a sentire fastidio, vedremo come andrà la prossima settimana. Gerard ha fatto un allenamento con la squadra, lo vedo bene dal punto di vista fisico e sarà in grado di dare qualche contributo>>.

Il nuovo assetto tattico ha valorizzato Success ma può esaltare le qualità dello stesso Deulofeu. Si può insistere su questo spartito?

<<Affrontare Atalanta e Verona, squadre che hanno un’impostazione di gioco che porta spesso a duelli individuali, senza Deulofeu è stato un peccato. Le partite non sono uguali, l’Inter ci propone qualcosa di diverso. Ci saranno all’interno della partita delle situazioni analoghe a quelle vissute nelle altre due gare>>.

Visto il terzo impegno ravvicinato possiamo aspettarci rotazioni? Come sta la squadra?

<<Qualche cambio di partita in partita lo faccio ma non ho intenzione di stravolgere le cose>>.

 

tutte le notizie di