primo piano

Gotti in conferenza: “Dobbiamo avvicinarci il prima possibile alla maturità”

UDINE, ITALY - NOVEMBER 07: Luca Gotti head coach of Udinese Calcio looks on during the Serie A match between Udinese Calcio v US Sassuolo at Dacia Arena on November 07, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Le parole di Luca Gotti in conferenza stampa

Jessy Specogna

Luca Gotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Udinese-Genoa.

Mister, partiamo dal significato che ha questa partita. Il 30 novembre cadranno i 125 anni del Club, mercoledì ed anche domani ci saranno altre celebrazioni, si giocherà con una maglia speciale. Come l’avete preparata e come state vivendo quest’attesa se questa bella circostanza potrà dare una marcia in più?

<<I 125 anni del Club ci fanno capire che ci troviamo in una società di grande e lunga tradizione. La maglia celebrativa è splendida. Tutto questo però deve rimanere simbolicamente fuori dal campo. Noi dobbiamo focalizzarci su quello che dobbiamo fare noi in campo>>.

A Torino è arrivata una sconfitta al termina di una prestazione dai due volti, che reazione e che passi in avanti si attende dalla squadra?

<<Non vorrei vedere il volto che ci piace di meno. Questa squadra in tutte le partite ha avuto dei momenti molto buoni, però in molte partite ha avuto dei cali di rendimento che fanno dire che è ancora un po’ immatura. Dobbiamo cercare di avvicinarci il prima possibile alla maturità>>.

Dal punto di vista delle scelte e delle soluzioni, col Torino abbiamo visto di nuovo la difesa a 3 ed un assetto iniziale molto offensivo con Pereyra in mediana. Col ritorno il Makengo, il Tucu potrebbe tornare nel ruolo in cui l’abbiamo visto più spesso e vedere variare anche l’assetto della squadra?

<< Non ho intenzione di fare stravolgimenti concettuali e mettere in difficoltà i giocatori togliendo loro sicurezze. Di sicuro ci sarà qualche accorgimento specifico che riguarda questa partita contro questo Genoa>>.

Che caratteristiche ha il Genoa di Shevchenko che idea si è fatto dall’unica gara in cui era sulla panchina dei rossoblu?

<< Il Genoa credo abbia diverse assenze ma di sicuro ha giocatori che sanno giocare a calcio e che hanno molta esperienza. La squadra che ho visto nell’unica partita con questo nuovo staff tecnico è stata giocata contro una squadra di grande qualità, la Roma. Ho avuto la sensazione di una squadra ordinata che ha tenuto bene il campo e solo un gol nel finale li ha condannati>>.

È realistico pensare ad una partita accorta considerando anche l’atteggiamento che si è visto del Genoa anche con la precedente gestione?

<<È una partita di calcio di serie A dove ci sono giocatori forti e che sarà da gestire anche nei vari momenti. Sono convinto che la gara presenterà momenti diversi tra loro>>.

tutte le notizie di