Tutto Udinese
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

El Tigre Romero, ragazzo sfortunato ma di talento che l’Udinese vuole rilanciare

EINDHOVEN, NETHERLANDS - SEPTEMBER 19: Maximiliano Romero of PSV celebrates 2-1 during the Dutch Eredivisie  match between PSV v FC Emmen at the Philips Stadium on September 19, 2020 in Eindhoven Netherlands (Photo by Photo Prestige/Soccrates/Getty Images)

L'identikit del nuovo acquisto dell'Udinese

Jessy Specogna

Con una mossa a sorpresa, come spesso la società bianconera ci ha abituato negli ultimi anni, l'Udinese ha chiuso per l'arrivo di Maximiliano Romero. L'attaccante argentino classe '99 arriva dal Psv con la volontà di rilanciarsi. Si tratta infatti di un giocatore che solamente cinque anni fa è stato inserito nella lista dei migliori giocatori della sua età al mondo ma che, a causa di alcuni brutti infortuni, ha visto interrompersi il suo percorso di ascesa nel grande calcio. Ma a 23 anni, il tempo per rilanciarsi c'è e come.

Maximiliano Romero, soprannominato "El Tigre" per il fatto di essere stato paragonato in patria sin da giovanissimo a Radamel Falcao per caratteristiche e movenze, nasce a Moreno, nei pressi di Buenos Aires, il 9 giugno del 1999. Cresciuto calcisticamente nel Velez, Romero fa il suo esordio in prima squadra nel 2016 a 17 anni realizzando tre reti in 11 presenze. Le sue prestazioni stregarono gli osservatori di mezza Europa e sui di lui si fece avanti l'Arsenal. In una partitina di allenamento, però, Romero si ruppe il crociato e la trattativa saltò. Come già detto, nel 2016 viene inserito dal famoso giornale inglese The Guardian nella lista dei sessanta giocatori più forti al mondo nati nel 1999. Al Velez, Romero rimarrà fino al gennaio del 2018, quando viene acquistato dal PSV Eindhoven per una cifra vicina agli 11 milioni di euro.

Un investimento importante a certificare la qualità del giocatore. In Olanda, però, Romero non trova grande spazio in Prima squadra, pur facendo bene con la formazione giovanile: solamente due presenze, delle quali una in Champions League. Nel giugno del 2019, dunque, la decisione di tornare in Argentina, in prestito, nuovamente al Velez. Qui Romero ritrova continuità e la via del gol, timbrando il cartellino 7 volte in 22 presenze. A fine stagione, tornato al Psv, sembra essere per lui arrivato il momento di ritagliarsi uno spazio importante nel calcio europeo. Alla prima partita di campionato segna un gol decisivo per la vittoria dei suoi contro l'Emmen, ma qualche giorno dopo un nuovo infortunio lo condiziona terribilmente. Nel corso di un preliminare di Europa League contro gli sloveni del Mura, nel settembre del 2020, Romero si rompe nuovamente il crociato e, di fatto, sarà costretto a saltare l'intera stagione.

Il giocatore, in pratica, pur essendo guarito, non gioca dallo scorso settembre. Ora per lui questa nuova esperienza all'Udinese. I bianconeri hanno fiutato l'occasione e messo a segno un colpo da Udinese. Un giocatore di talento del quale fino a qualche anno fa si diceva un gran bene da rilanciare e che, non fosse stato reduce da un infortunio, probabilmente l'Udinese non avrebbe mai potuto acquistare. Staremo a vedere se la dirigenza bianconera bianconera vincerà anche questa scommessa.

tutte le notizie di