primo piano

Becao in crescita esponenziale, Samardzic invece finito nell’ombra

Nascimento Rodrigo Becao (Udinese Calcio) during the Italian football Serie A match Udinese Calcio vs ACF Fiorentina on September 26, 2021 at the Friuli - Dacia Arena stadium in Udine, Italy (Photo by Reporter Sportivo/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images)

Nell'avvio di stagione dell'Udinese in diversi hanno aumentato il livello delle prestazioni, ma forse la crescita di Becao sta passando inosservata. Finito stranamente indietro invece Samardzic.

Davide Marchiol

L'Udinese è arrivata alla pausa per le nazionali con un successo contro il Sassuolo che ha rasserenato un po' gli animi dopo un ciclo di match poco esaltante. I tre punti mancavano da due mesi e il filotto di pareggi aveva raffredato l'entusiasmo che si stava generando grazie ai 7 punti nelle 3 gare iniziali. La rosa è fatta di tanti giovani e di talento, servirà tempo per vedere una crescita da parte di tutti e forse solo ora si sta trovando il bandolo della matassa dal punto di vista tattico.

Chi sta mettendo in mostra una crescita importante, tralasciando i vari Beto, Success, etc. è Rodrigo Becao. Sta passando forse un po' in ombra il suo miglioramento, che però è evidente. Non a caso Luca Gotti lo ha utilizzato per tutti e 1080 i minuti di campionato. Arrivato nell'estate del 2019 dal Bahia dopo l'avventura al CSKA Mosca, su di lui c'erano tante aspettative, che ora stanno trovando un riscontro. Il difensore brasiliano si presentò con un gol pesante al Milan per poi commettere una serie di errori che lo avevano fatto arretrare nelle gerarchie. La sua maturazione, lavorando affianco a Bram Nuytinck, sembra invece adesso all'apice. Solido e ordinato difensivamente, le amnesie sono scomparse per far posto a un alto livello di concentrazione. Anche con il Sassuolo è risultato essere tra i migliori in campo, fornendo persino un assist.

Andando dal lato opposto, Lazar Samardzic è finito stranamente indietro nelle gerarchie. Il trequartista tedesco è arrivato con una fama importante. Il Red Bull Lipsia lo ha lasciato partire, l'Udinese ha fatto un colpo importante assicurandoselo. Chiaro però che ci si aspettasse un po' più di spazio per lui. In precampionato e in avvio di stagione ha fatto vedere un piede molto ben educato. I soli 78 minuti che gli sono stati concessi suonano in modo strano. Forse è un problema tattico o forse lo staff tecnico vede in lui delle lacune che ancora in campo non siamo riusciti a scorgere. Vedremo se il giovanissimo talento avrà più fiducia nel prossimo futuro, sarebbe un ulteriore step di qualità per l'Udinese averlo al top.

tutte le notizie di