Perisan 7,5 – Sul successo dei ramarri sono ben impressi i suoi guantoni, per diversi ottimi interventi distribuiti per tutto l’arco della gara. Nel primo tempo si oppone a Forte, mentre nella ripresa su supera sul colpo di testa di Johnsen.

Vogliacco 6,5 – Primo tempo impeccabile dal punto di vista difensivo, per come neutralizza ogni iniziativa offensiva di Johnsen sulla sua corsia. (Dal 46’ Berra 6 – Interpreta il ruolo esattamente come il compagno di reparto, cioè pensando maggiormente al contenimento)

Camporese 7 – Prestazione gladiatoria del centrale neroverde, che si fa rispettare nel duello con un avversario insidioso come Forte. Tante ottime chiusure, tra cui quella ad anticipare Esposito nel finale. 

Barison 6,5 – Prova di grande lucidità e attenzione, che non cala soprattutto ad inizio secondo tempo e cioè quando gli attacchi del Venezia sono forsennati.

Chrzanowski 6 – Come il dirimpettaio Vogliacco pensa più a contenere che a spingere, talvolta aumentando la densità in area di rigore quando aumenta la pressione offensiva del Venezia.

Zammarini 6,5 – Tanto lavoro oscuro da parte sua, per soffocare le fonti di gioco del Venezia. Più intraprendente dopo l’intervallo, con un paio di conclusioni e con l’assist per il 2-0 di Ciurria.

Calò 6 – Prova a dare geometrie alla squadra, cercando le punte e riuscendoci con buona precisione. (Dal 65’ Misuraca 6 – Sul piano della sostanza in mezzo al campo, dà il suo contributo nel finale del match)

Scavone 6 – Dei due interni del Pordenone è quello che si fa vedere maggiormente in avanti nel primo tempo, per poi arretrare il suo raggio d’azione. 

Mallamo 6 – Alterna fioretto e sciabola a seconda delle situazioni, dando qualità alle azioni d’attacco e aiutando nella battaglia agonistica in mezzo al campo. (Dal 54’ Magnino 6 –Entra in una fase delicata del match, aiutando nella protezione del vantaggio)

Ciurria 6,5 – Dopo un primo tempo con più ombre che luci, nella seconda frazione di gioco cresce in efficacia offensiva e segna il gol che di fatto chiude la gara. (Dall’89’ Rossetti s.v.)

Diaw 7 – Prosegue il momento magico dell’attaccante, che sblocca il match su rigore e dà una mano anche in fase di non possesso. (Dal 65’ Butic 6 – Qualche iniziativa nel finale, quando il baricentro del Pordenone è decisamente basso a protezione del risultato)

Sezione: Pordenone / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 17:16
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print