Il cammino di Maurizio Domizzi sulla panchina della prima squadra neroverde è cominciato bene, con una convincente vittoria contro l’Entella sempre più ultima della classe. Per arrivare a dire che la musica in casa Pordenone sia effettivamente cambiata c’è però bisogno di continuità, e un bel segnale potrebbe arrivare da questo scontro diretto sul campo della Cremonese. La gara è decisiva da un lato perché mette per la prima volta Domizzi a confronto con una diretta rivale per la salvezza, dall’altro perché con una vittoria si arriverebbe a quaranta punti, soglia ovviamente non matematica ma psicologica per chi lotta per quest’obiettivo. Ancora, in questa stagione il Pordenone ha solamente una volta centrato la doppia (poi diventata tripla) vittoria consecutiva: farcela una seconda volta avrebbe certamente un suo peso sul morale della squadra.

Probabili formazioni: la bella notizia, arrivata in settimana, riguarda l’estinzione del focolaio Covid e il conseguente ritorno anche degli ultimi contagiati. Non dovrebbero comunque esserci novità nella formazione iniziale, anche se è da valutare la condizione di Bassoli, parso ancora fuori forma nello scorso match. Almeno per un tempo potrebbe sostituirlo il rientrante Camporese. Nulla da segnalare a centrocampo, mentre in attacco vedremo i soliti ballottaggi Biondi-Zammarini sulla trequarti e Musiolik-Butic davanti.

Questi dunque i due possibili schieramenti:

Cremonese (4-3-3): Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Ravanelli, Crescenzi; Nardi, Bartolomei, Castagnetti; Gaetano, Valzania, Ciofani

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Berra, Bassoli, Barison, Falasco; Magnino, Calò, Scavone; Biondi; Ciurria, Musiolik

Sezione: Pordenone / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 08:00
Autore: Alessandro Poli
Vedi letture
Print