pordenone

Pordenone, Diaw: “Facevo il magazziniere, ora in neroverde sto benissimo”

Pordenone, Diaw: “Facevo il magazziniere, ora in neroverde sto benissimo”

Davide Diaw, attaccante del Pordenone, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di SkySport: “La mia carriera nei dilettanti? Ho avuto un percorso un po’ complicato nei dilettanti fino al 24 anni e nel frattempo aiutavo la...

Stefano Pontoni

Davide Diaw, attaccante del Pordenone, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di SkySport: “La mia carriera nei dilettanti? Ho avuto un percorso un po’ complicato nei dilettanti fino al 24 anni e nel frattempo aiutavo la ragazza di un mio amico come magazziniere. Poi quel gennaio è arrivata la chiamata dell’Entella e ho iniziato a giocare nei professionisti. L’esultanza con il cuore? E’ per la mia compagna e la mia bambina Celeste.

L’avventura al Pordenone? Qua si sta benissimo. Io sono cresciuto a Udine e conoscevo questa realtà. La società è piccola ma ambiziosa e organizzata. I compagni? Sono qua da solo quatto mesi e devo ringraziarli tutti perché mi hanno accolto con entusiasmo e se sto facendo un grande campionato è perché mi hanno fatto sentire bene.

La Serie A? Più che pensarci lo sogno e lo sogniamo tutti insieme. L’idea della A non era alla mia portata dopo aver giocato per tanto fra i dilettanti. Anche la C mi sembrava complicata da raggiungere. Sono stato bravo e fortunato a sfruttare le occasioni che ho avuto. Mi è servito un infortunio al ginocchio per capire che questa era la mia strada.

Le tre vittorie consecutive? Fa parte del nostro percorso di crescita per una squadra che si è rinnovata molto. Siamo partiti pareggiando tanto e facendo un po’ di fatica, mentre adesso siamo più cinici e cattivi nel chiudere le partite”.