Per i ramarri, dopo uno sgradito ritorno alla sconfitta nell’ultima gara contro il Vicenza, ora un bis di sfide d’alta classifica, per nulla semplici. Si comincia a Ferrara con la SPAL, sesta in classifica con sei punti in più dei neroverdi: sarà dunque uno scontro diretto e l’occasione sarebbe buona per diminuire il distacco e rimanere in corsa per i playoff. Servirà però un Pordenone molto diverso da quello visto tre giorni fa e più simile invece a quello della partita contro il Lecce, ossia più compatto soprattutto in difesa, e più propositivo e preciso davanti. La squadra di Tesser deve insomma far capire di aver metabolizzato e dimenticato la cessione del suo uomo più importante.

Probabili formazioni: nella difesa neroverde torna a disposizione Barison, che molto probabilmente tuttavia partirà dalla panchina, si va verso la riconferma dei soliti quattro nonostante l’infelice prestazione dell’ultimo match. A centrocampo non recupera Calò, al suo posto Misuraca con probabilmente Magnino e Scavone sui lati, ma al posto del primo potrebbe anche esserci Biondi. In attacco ancora assente Mallamo, si dovrebbe optare per Zammarini sulla trequarti e la coppia Ciurria-Morra davanti. Per completezza, dopo qualche settimana di assenza, si rivede anche il terzo portiere Passador.

Questi dunque i due possibili schieramenti:

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Dickmann, Missiroli, Esposito, Valoti, Strefezza; Seck, Paloschi

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Berra, Camporese, Vogliacco, Falasco; Magnino, Misuraca, Scavone; Zammarini; Ciurria, Morra

Sezione: Pordenone / Data: Mar 09 febbraio 2021 alle 08:00
Autore: Alessandro Poli
Vedi letture
Print