pordenone

Il Pordenone è destinato ad abbandonare la categoria?

Il Pordenone è destinato ad abbandonare la categoria?

Dopo la sconfitta contro il Cittadella sempre di più ci si chiede se questo Pordenone sia ancora una squadra adatta alla Serie B.

Alessandro Poli

Quattro sconfitte e zero gol: Pordenone sempre più ultimo in classifica e con pochi segni di miglioramento. Vero che la partita di ieri contro un’avversaria ostica come il Cittadella ha mostrato una squadra grintosa e vogliosa di conquistare almeno il pareggio, ma ciò conta poco se l’attacco, a eccezione del solo Folorunsho, continua a non impensierire mai le difese avversarie. Puntare sullo 0-0 non è mai una buona idea: prima o poi un episodio favorevole agli altri arriva sempre, come è accaduto con la respinta troppo corta di Perisan che ha dato modo a Okwonkwo di segnare libero dalla marcatura di Camporese.

Tsadjout e Pinato invece non tirano mai in porta e sbattono regolarmente contro la difesa veneta, confermando che il vero deficit di questo Pordenone sta nella pericolosità. Arrivano tardivi i cambi di Pellegrini e Cambiaghi, che in pochi minuti costruiscono le uniche vere opportunità per pareggiare e ambiscono ora a un posto da titolari. Ora per Rastelli c’è la Reggina, avversaria sulla carta più abbordabile, ma al tecnico dovrà essere chiaro che per guadagnare punti non basta la grinta. Servono idee, serve gioco, ma in questa stagione ancora non si vedono.

tutte le notizie di