pordenone

Il Pordenone a Cosenza, occhio ai facili entusiasmi

Dopo le tre vittorie di fila che hanno portato i ramarri per la prima volta all’interno della zona playoff, si presenta ora la concreta possibilità di un quater contro un’avversaria non irresistibile come il Cosenza, impegnata...

Alessandro Poli

Dopo le tre vittorie di fila che hanno portato i ramarri per la prima volta all’interno della zona playoff, si presenta ora la concreta possibilità di un quater contro un’avversaria non irresistibile come il Cosenza, impegnata nella lotta per evitare i playout. Attenzione però ai facili entusiasmi e a sottovalutare la portata dell’avversario, che nell’ultima giornata ha strappato un pareggio al Monza con gol dell’ex neroverde Tremolada. Il Pordenone, per vincere ancora e aggiornare le statistiche, dovrà presentarsi in campo con la stessa solidità difensiva e cattiveria in attacco viste col Venezia. In palio tre punti importanti che consoliderebbero la posizione dei ramarri nella zona playoff, prima di ricominciare il girone di ritorno con un match insidioso contro il Lecce.

Probabili formazioni: per i neroverdi in difesa torna dalla squalifica Falasco, dunque si va verso la conferma del quartetto titolare. A centrocampo ancora assente Pasa, dunque potrebbero essere confermati i tre visti contro il Venezia, e in particolare Scavone, autore di una gran partita. In attacco mancherà Ciurria: ad affiancare Diaw dovrebbe dunque essere Musiolik.

Questi dunque i due possibili schieramenti:

Cosenza (3-4-1-2): Falcone; Ingrosso, Idda, Legittimo; Bittante, Corsi, Ba, Vera; Tremolada; Carretta, Baez

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Berra, Camporese, Barison, Falasco; Zammarini, Calò, Scavone; Mallamo; Diaw, Musiolik