Milan-Udinese 3-2, LE PAGELLE: Larsen il migliore, ottimo Lasagna. Quanto rammarico

19.01.2020 15:49 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Milan-Udinese 3-2, LE PAGELLE: Larsen il migliore, ottimo Lasagna. Quanto rammarico

L'Udinese esce sconfitta da San Siro nonostante un'ottima partita. Dal punto di vista dell'atteggiamento, della voglia e della propositività è stata una delle migliori prestazioni di tutto il campionato, peccato per le ingenuità di troppo (pagata a caro prezzo) e soprattutto per le occasioni nitide clamorosamente fallite. 

Musso 6 - Para il parabile con l'ennesima prestazione importante della sua stagione. Può poco e niente, però, dinanzi ai tre gol del Milan che valgono la rimonta.

Stryger Larsen 7,5 - La miglior prestazione di tutta la stagione, forse anche la migliore in assoluto in bianconero. Spinta costante per tutto il primo tempo, scaltro ad approfittare dell'erroraccio di Donnarumma e a segnare il vantaggio. Anche nella ripresa non abbassa i ritrmi, suo l'assist. per il 2-2 di Lasagna. 

Becao 6 - Conferma il buon momento, non compie errori e cerca sempre di arginare, anche mettendoci il fisico, gli attacchi rossoneri. Nella ripresa, come i suoi colleghi di riparto, anche lui va in affanno.

Troost-Ekong 5,5 - Marcare Ibra non è cosa facile, se la cava bene tanto che lo svedese non crea moltissimo. Puntuale anche su alcune chiusure. L'errore è perdersi Rebic.

Nuytinck 6 - Non disdegna a uscire dalla pressione palla al piede e sbarra più volte la strada agli attaccanti del Milan. Non è un caso che l'Udinese crolli proprio in sua assenza (Dal 78' Nestorovski 4 Si divora il gol del ko, imperdonabile, anche se era entrato da pochissimo).

Sema 5,5 - Meno prepotente delle ultime uscite, il duello con Conti non lo vede uscire vincitore. Fatica ad arrivare sul fondo, a creare superiorità numerica. (Dall'88' Ter Avest s.v.).

De Paul 6,5 - È il play dell'Udinese, un ruolo che l'argentino interpreta alla perfezione organizzando la manovra come un direttore d'orchestra. Da applausi, in particolare, la sua triangolazione con Stryger Larsen che porta al 2-2 di Lasagna.

Mandragora 5,5 - Fa una grande partita da regista, rompendo il gioco avversario e impostando la manovra. Riesce anche ad inserirsi con i tempi giusti. Inusfficiente perché quella palla gol, tutto solo davanti a Donnarumma, andava buttata dentro. Un'occasione che non si doveva sprecare.

Fofana 6 - Completamente ritrovato, sempre grazie alla cura Gotti. La sua velocità e la sua intensità sono fondamentali in contropiede per questa squadra, così come la sua fisicità nell'interdizione. 

Okaka 6,5 - Riferimento imprescindibile là davanti. Tiene il pallone, fa salire la squadra, gioca di sponda aiutando gli inserimenti di Lasagna. Donnarumma gli nega la gioia del gol. (Dal 90' De Maio s.v.).

Lasagna 7 - Tagliente e incisivo, soprattutto quando l'Udinese prova a far male (riuscendoci) in contropiede e in velocità. Meravigliosa la girata di testa con cui rovina provvisoriamente la festa del Milan nel finale per il 2-2.

Gotti 6,5 - La sua migliore Udinese di tutta la stagione? Forse sì, nonostante il risultato. Troppe ingenuità, bisogna portare a casa punti. Peccato.