pagelle

Cittadella-Pordenone 1-0, LE PAGELLE: i ramarri non sanno più segnare

MILAN, ITALY - AUGUST 27:  Cagliari Calcio coach Massimo Rastelli gestures during the Serie A match between AC Milan and Cagliari Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on August 27, 2017 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Le pagelle di Cittadella-Pordenone

Alessandro Poli

Altro giro e altra sconfitta per il Pordenone. La grinta in più c’è ma il problema del gol è diventato ormai una crisi. Anche stavolta si torna a casa senza aver segnato, aspettando l’infrasettimanale contro la Reggina.

Perisan 5,5: bene su Okwonkwo nel primo tempo, sbaglia nell’occasione del gol ma divide le colpe con Camporese

El Kaouakibi 5,5: meno brillantezza rispetto al match contro il Parma. Un buon primo tempo ma in netto calo nel secondo, dove non spinge praticamente mai

Camporese 5,5: torna dalla squalifica e si vede che ancora non è in piena forma. Concede nel primo tempo un tiro pericoloso a Okwonkwo, nel secondo non ferma il nigeriano che segna indisturbato

Sabbione 6: rimane solido per tutta la partita. Riscatta la prestazione non convincente contro il Parma

Falasco 6: non sbaglia nella fase difensiva, cerca di spingere ma con poca convinzione (dall’intervallo Chrzanowski 6: per quel che può valere, conferma di essere una valida alternativa sul lato sinistro)

Magnino 5: ingenuo nel fallo da ammonizione, non convince così come tutto il centrocampo (dal 71’ Cambiaghi 5,5: entra per dare un volto più offensivo alla squadra, ma prima dei secondi finali non ha modo di farsi notare in attacco)

Pasa 5,5: a sorpresa titolare, lotta molto ma non riesce a trovare molti spunti offensivi (dal 54’ Petriccione 5,5: un po’ più spento rispetto allo scorso match, non soddisfa le idee di Rastelli che probabilmente lo ha voluto per spingere un po’ di più)

Misuraca 5,5: in declino rispetto alla scorsa stagione. La grinta non basta, servono idee

Folorunsho 6: nel primo tempo è il più pericoloso e si sarebbe anche meritato il gol, nella ripresa quasi non si vede salva la rovesciata nei minuti finali. In ascesa, potrebbe diventare fondamentale per questa squadra

Pinato 5,5: anche lui schierato a sorpresa, si impegna molto ma fatica a costruirsi azioni realmente pericolose (dal 75’ Sylla SV: un quarto d’ora per il giovane senegalese che fa quel che può)

Tsadjout 5: dopo il cross nei primi minuti di gara c’è veramente poco e nulla. Altra prestazione del tutto negativa (dal 75’ Pellegrini SV: tenta da subito un’imbucata in area, poi al 94’ serve Cambiaghi che per poco non pareggia. Buoni spunti per il numero 11, forse vicino alla titolarità)

tutte le notizie di