Assigeco Piacenza-Apu Old Wild West 56-77, LE PAGELLE: domina Cromer, vittoria netta al PalaBanca

16.02.2020 20:00 di Francesco Paissan   Vedi letture
Assigeco Piacenza-Apu Old Wild West 56-77, LE PAGELLE: domina Cromer, vittoria netta al PalaBanca

Nuovo successo dell'Apu al PalaBanca, "sbancato" grazie a una prova di grande spessore dei ragazzi di coach Ramagli sia in attacco che in difesa, rispondendo all'unico allungo iniziale dell'Assigeco con grande pazienza, continuando a produrre gioco in maniera efficace e causando a coach Martelossi un primo dispiacere all'esordio sulla panchina di Piacenza. Udine vince per 56-77 e torna a muovere la classifica dopo il precedente k.o. con Mantova.

Cromer 7,5: MVP della partita, non solo per i 23 punti ma per la prova di leadership messa in mostra sul campo. Si dev'essere tolto anche qualche sassolino dalla scarpa.

Amato 7: completa gestione della gara in cambina di regia e solito apporto offensivo da dietro l'arco. Giocatore in crescita e con lui cresce l'intera Apu.

Zilli 7: premio per l'ottima prova dopo tante gare opache. Partita solida la sua, giocata con attenzione e presenza in attacco. La strada giusta è questa.

Gazzotti 6,5: schierato dall'inizio, pronti, via e perde una palla ma recupera lungo l'intera gara dimostrandosi pedina fondamentale in difesa.

Beverly 7: doppia doppia da 11+10 e, conseguentemente, prestazione solida, alla quale va aggiunta l'ottima gestione della difesa su Hall.

Penna 6,5: affianca Amato e l'esperimento funziona, anche perché "Lollo" sa stare basso sulle gambe in difesa e ha imparato a fare le scelte giuste in attacco. Prezioso.

Nobile 7: il suo gioco da quattro punti chiude la gara per l'Apu, picco della sua brillante gara. Sempre in movimento, sempre attento nello scegliere sempre la posizione giusta, nel fare le cose giuste. Una conferma.

Strautins 5: spende con troppa facilità quattro falli e si autoesclude dalla partita precocemente. Prova assolutamente rivedibile.

All. Ramagli 7: bravi i suoi a non lasciarsi abbattere dal primo parziale avversario e a serrare i ranghi, soprattutto in difesa. La strada intrapresa, come dimostrato anche questa sera, è quella giusta.