Velazquez: "Sono molto legato all'Udinese, contento per la loro salvezza. De Paul? Negli ultimi due anni crescita impressionante"

14.08.2020 18:41 di Jessy Specogna   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Velazquez: "Sono molto legato all'Udinese, contento per la loro salvezza. De Paul? Negli ultimi due anni crescita impressionante"

Julio Velazquez, ex allenatore dell'Udinese, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Calciomercato.com.

Sulla stagione dell'Udinese: "Sono davvero molto felice per la salvezza dell'Udinese perché mi piace molto quella piazza a cui sono legato. Gotti ha fatto un lavoro straordinario sicuramente, ma credo che la cosa più importante sia stato il fatto che ci sono stati tanti giocatori che sono rimasti ed è il secondo/terzo anno che giocano insieme. Si conoscono di più, fanno gruppo, e questo sicuramente aiuta a prescindere dal lavoro fatto in panchina da me e da chi è venuto dopo di me che ripeto, ha sicuramente fatto un buon lavoro”.

Su De Paul: “Per Rodrigo sono felicissimo, perché è un bravo ragazzo ed è un calciatore straordinario. Ha fatto una crescita impressionante negli ultimi due anni. Quando siamo arrivati a Udine arrivava da una stagione non semplice, ma grazie alla sua mentalità fin dal precampionato si è messo al lavoro ed è migliorato tantissimo. Con noi ha giocato da mezzala, da trequartista da esterno e l'ha sempre fatto bene, ma per me la sua posizione ideale è da trequartista puro. Milan o Juve? Dico che è pronto per giocare da titolare in qualunque squadra, l'importante è che abbia spazio e farà la differenza".

Su Fofana: "Non ci dobbiamo dimenticare che Fofana è ancora molto giovane e purtroppo questo profilo di calciatori ha bisogno di tempo, esperienza e continuità per emergere. Lui è molto fisico, con una gamba importante ed è un centrocampista box to box. Quando l'ho allenato io era però giovane e inesperto, nonostante noi abbiamo puntato tanto su di lui. Oggi, con due stagioni in più alle spalle, la sua crescita è diventata importante e così facendo potrà fare benissimo a Udine o lontano da lì. Le dico di più, Fofana può crescere ancora, ma ha bisogno di continuare a giocare".

Su Musso: "Anche Musso è un ragazzo davvero straordinario. Già quando è arrivato a Udine ere un portiere molto forte, ma oggi lo è anche di più. È al livello per essere titolare nella nazionale argentina e non solo. Noi abbiamo avuto fiducia in lui e l'abbiamo schierato subito. Grazie al lavoro fatto con gli allenatori dei portieri è diventato fortissimo. Più forte di Handanovic? Il portiere dell'Inter è ancora oggi uno dei migliori portieri al mondo, ma credo che Musso potrà fare la stessa carriera e sia pronto per giocare in una big come l'Inter o in qualunque altra piazza in Europa".