notizie

Tudor: “Verona squadra tosta. Io in discussione? Normale quando non si fa risultato”

I bianconeri vogliono dimostrare che il ko casalingo con il Brescia è stato solamente un incidente di percorso. C’è dunque tanta voglia di riscatto, lo ha rimarcato a chiare note Igor Tudor che ha pure defi nito la sfida...

Stefano Bentivogli

I bianconeri vogliono dimostrare che il ko casalingo con il Brescia è stato solamente un incidente di percorso. C’è dunque tanta voglia di riscatto, lo ha rimarcato a chiare note Igor Tudor che ha pure defi nito la sfida «un bel derby di Spalato» perché di fronte trova il suo vecchio amico Juric con cui ha militato nell’Hajduk a metà anni ’90. «Mi sta bene tornare subito in campo, ma l’avversario è tosto, difficile da affrontare e sta attraversando un buon momento e dopo il ko interno abbiamo la possibilità di rialzarsi prontamente». Qualcuno gli ha chiesto se dopo la sconfitta con il Brescia ha intenzione di modificare il canovaccio tattico. «L’Udinese è stata costruita per giocare con la difesa a tre, poi si può discutere di tutto, anche del risultato di sabato. Per me è stato un match da 0-0. Abbiamo giocato male, lo ribadisco, ma non è che il Brescia abbia fatto granché per meritare il successo». Oggi potrebbe rientrare Mandragora, sacrificato nelle ultime due gare. La sua assenza ha generato qualche polemica. «Nel calcio è sempre più forte chi non ha giocato. Faccio io le valutazioni, sono io che osservo quotidianamente i ragazzi e alla fine faccio le mie scelte anche se capisco perfettamente che quando non si fa risultato è tutto in discussione».