notizie

Serie A, il Verona batte la Lazio all’Olimpico

L’Olimpico resta terreno stregato per la Lazio, che nel suo stadio di casa non vince in campionato dal 24 ottobre contro il Bologna e incassa la seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro l’Udinese. A Roma vince...

Stefano Pontoni

L’Olimpico resta terreno stregato per la Lazio, che nel suo stadio di casa non vince in campionato dal 24 ottobre contro il Bologna e incassa la seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro l’Udinese. A Roma vince l’Hellas Verona, che porta a casa i tre punti e il sorpasso in classifica sui biancocelesti, salendo momentaneamente al sesto posto in classifica alle spalle della Juventus. Il tutto, a pochi giorni da un'altra vittoria esterna, quella conquistata a Bergamo contro l'Atalanta. Senza Luis Alberto e per oltre un’ora senza Correa, Simone Inzaghi paga dazio dopo le fatiche di Champions League, “tradito” da due suoi tenori come Immobile e Milinkovic-Savic, incapaci questa sera di prendersi la squadra sulle spalle. Ci prova il solito Felipe Caicedo, autore dell’inutile 1-1 dopo il vantaggio su autogol di Manuel Lazzari. L’Hellas risponde con il collettivo e la capacità di reinventarsi: Adrien Tameze piazza la zampata da centravanti che non è, gli scaligeri offrono maggiore resilienza alle assenze e tutto sommato meritano la vittoria in una gara non sempre bellissima, anche grazie all’ennesima prova del proprio portiere, Marco Silvestri, che nel finale sale in cattedra sul disperato forcing biancoceleste. E blinda un successo prezioso, anzi preziosissimo per chi sogna l’Europa.