Sema: "Futuro? Penso a migliorarmi e a crescere, il resto non è importante"

12.07.2020 10:47 di Jessy Specogna   Vedi letture
© foto di Image Sport
Sema: "Futuro? Penso a migliorarmi e a crescere, il resto non è importante"

Ken Sema ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport.

Sulla Serie A: "Difficile. Ero abituato a giocare offensivo, attaccando con l’uno contro uno, qui bisogna difendere. Ma è un campionato molto bello, mi piace".

Sul futuro: "Non sono assillato dall’idea di tornare in Premier. So che sono in prestito, ma penso soltanto a migliorarmi, voglio crescere. Il resto non è importante. Oggi non vedo l’ora di tornare in campo contro la Samp dopo la squalifica".

Sul rapporto con Gotti: "Con l’allenatore Gotti mi trovo bene, parla tanto con me e mi permette di esprimermi nel modo che preferisco".

Sull'Udinese: "Non manca nulla all’Udinese. Vivo la città che è molto tranquilla. E ho legato con Stryger Larsen, Teodorczyk, Nuytinck, Troost-Ekong. I nordici".

Sul suo mito: "Uno su tutti. Zlatan Ibrahimovic. Lui è il fenomeno per eccellenza. Il mio idolo, il numero uno, il top . Ha segnato valanghe di gol . E in Svezia è una leggenda, ho avuto la fortuna di conoscerlo".