notizie

Perché la domanda di tecnologia touchless sta crescendo ultimamente?

Perché la domanda di tecnologia touchless sta crescendo ultimamente?

La naturale evoluzione della tecnologia ci sta dimostrando come sia molto più facile ordinare qualcosa a un assistente vocale che non ordinarlo schiacciando bottoni

Stefano Pontoni

Questa è la motivazione del successo dei nostri assistenti virtuali come Alexa e Siri, le cui funzionalità e automazioni si stanno estendendo giorno dopo giorno.

Ma la tecnologia touchless è molto di più che non questo. E sta diventando la nuova frontiera delle interfacce attraverso cui comanderemo i device che ci circondano.

La tecnologia touchless non è una novità

 

Se ci pensiamo, ci sono molte altre forme di tecnologia touchless che utilizziamo quotidianamente. Pensiamo solo ai sensori di movimento, che accendono e spengono le luci al nostro passaggio. O per arrivare alle applicazioni più moderne, il Face ID dei produttori di smartphone, o quelli ancora in fase di affinamento, come i sistemi di guida autonoma delle automobili, o le interfacce a controllo gestuale con AR/VR. 

È un mercato che promette un enorme sviluppo: uno studio del 2019 lo vede in crescita da 6,8 miliardi di dollari nel 2020 a 15,3 miliardi di dollari entro il 2025. 

Cosa sta spingendo il mercato touchless?

Le motivazioni di questo incredibile sviluppo sono diverse, ma in primo luogo c'è quella della comodità. E diciamocelo: gli esseri umani amano la comodità. Per fare un esempio pratico: perché recarsi di persona a un casinò per giocare alle slot machine quando si può sapere come giocare a poker in modo semplice e trasparente, dalla comodità del tuo salotto di casa, e depositare le vincite direttamente sul tuo conto corrente? Anche questo è uno dei risultati della tecnologia moderna.

Sappiamo per certo che molti hanno delle remore verso la tecnologia touchless: uno studio di Market Research Future ci dice che i limiti della tecnologia erano essenzialmente i costi di transizione elevati, uniti alle resistenze degli utenti che la percepivano come inutile: ma bisogna anche dire che, una volta provato l'effetto, ben pochi vogliono tornare al mondo di prima. E questa invasione di tecnologia touchless sta iniziando dalle applicazioni più "semplici" e immediate, come quelle che ci circondano nelle nostre abitazioni.

La casa rappresenta un ottimo banco di prova per il touchless

Gli ambienti domestici e di comunità, come uffici, centri commerciali, aeroporti e negozi, sono il luogo ideale dove sviluppare e testare l'efficacia delle tecnologie touchless. Per esempio, Fujitec ha lanciato recentemente un nuovo concept di ascensori touchless, studiati per i bisogni delle comunità ospedialiere. L'interfaccia prevede un modulo vocale per selezionare il proprio piano e un sistema di auto-pulizia per sterilizzare i pulsanti, quando utilizzati. 

Lo stesso può dire Kohler, un'azienda americana produttrice di sistemi per il bagno, che ha visto un'impennata nelle vendite di rubinetti e sanitari touchless pari all'800% rispetto rispetto all'anno precedente. ma non dimentichiamo i sistemi di ingresso quali chiavi e serrature: un'azienda americana chiamata Proxy sta sviluppando un'applicazione di verifica ID contactless per sostituire chiavi e telecomandi, basata sull'utilizzo del nostro smartphone attraverso una connessione Bluetooth.

In sintesi, possiamo dire che il touchless sia la nuova moda, e che sempre più diventerà importante per la nostra vita di tutti i giorni.

 

tutte le notizie di