Il direttore generale dell'Atalanta, grande ex dell'Udinese, Pierpaolo Marino, accolto sempre con affetto dai tifosi friulani, ha esperesso soddisfazione per il punto ottenuto dalla sua squadra oggi. Tutto sommato un pareggio che non fa un torto a nessuno e che avvicina ancora di più le due squadre all'obiettivo salvezza: "Per come si é sviluppata la partita questo  è un punto che ci voleva ad entrambe le squadre. Chi avesse perso si sarebbe trovato in una situazione di classifica spiacevole. Alla fine, invece, in attesa della partita del Sassuolo, abbiamo tutti preso un punto sulla terzultima. Possiamo dire che questo é un punto vero. Credo che vogliamo circa 36 punti per salvarsi. Scuffet ha fatto una parata straordinaria su Moralez che secondo me ha deciso la partita. Ma l'Atalanta, anche dopo l'1-1, ha avuto una bella reazione con il tiro di Cigarini che ha colpito la traversa. Il fatto é che entrambe le squadre hanno giocato per vincere e alla fine il pareggio é un risultato giusto. Immagino che Pozzo fosse amareggiato perché lui ama l'intensità che può dare il dodicesimo uomo in campo. Quando le squadre sono in questa posizione di classifica ci può stare che si rilassino loro e la tifoseria. Ma nei momenti importanti il pubblico friulano c'é sempre. Poi, il Paròn ha sempre ragione, ma bisogna ricordare anche il trasporto che il pubblico friulano ha dato in passato.Noi abbiamo un portiere giovane e bravo che gli assomiglia, Sportiello. Io guardo sempre i miei 'vecchi' giocatori come Domizzi, Pinzi e Di Natale: sono affezionato a loro".

Sezione: Notizie / Data: Lun 24 febbraio 2014 alle 08:00
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print