Juventus-Udinese, LE IMPRESSIONI A FINE PRIMO TEMPO, approccio troppo soft delle zebrette

08.03.2019 21:18 di Davide Marchiol  articolo letto 810 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Juventus-Udinese, LE IMPRESSIONI A FINE PRIMO TEMPO, approccio troppo soft delle zebrette

Sotto 2-0 all'Allianz Stadium e non sarebbe neanche una notizia, se non fosse che i due gol juventini non sono arrivati su azioni particolarmente ben orchestrate, ma su due dormite colossali dei bianconeri. Alcuni elementi dell'Udinese hanno infatti approcciato molto male la partita, commettendo sbavature inaccettabili contro la prima della classe. Qualche tentativo di costruire qualcosa di buono là davanti, ma ovviamente si fatica.

1) TER AVEST, rispolverato per la gara con il Bologna, aveva disputato una buona partita. Oggi però commette subito un errore pesantissimo, perdendo palla ingenuamente sulla pressione di Alex Sandro in occasione del primo gol;

2) WILMOT, non bisogna ovviamente essere troppo duri, visto che il suo esordi è contro la prima della classe, ma commette troppi errori impostando l'azione, su passaggi anche banali. Non copre bene su Kean in occasione del raddoppio;

3) OPOKU, entra per l'infortunio di Nuytinck, ma l'approccio è completamente errato. Scricchiola fin da subito, per poi perdere palla clamorosamente contro Kean;

4) LARSEN-PUSSETTO, funziona benino l'asse, l'unico produttivo per l'Udinese. Il danese corre tanto e Pussetto cerca di creare spazi;

5) DE PAUL, si accende a sprazzi, qualche fiammata, ma resta innamorato del pallone.