notizie

Il reinserimento degli sponsor di scommesse in Serie A

Il reinserimento degli sponsor di scommesse in Serie A

A gennaio 2019 era stata approvata una legge che impediva alle aziende di scommesse e gioco online di firmare nuovi contratti di sponsorizzazione

Stefano Pontoni

L’influenza di questa decisione sul mondo del calcio è stata enorme, dati i grandi flussi di denaro che le sponsorizzazioni portano alle squadre e ai campionati

Non sono stati però registrati grandi cambiamenti sul rapporto tra i giocatori e le case da gioco che offrono la possibilità di scommettere. Anzi, con il miglioramento delle tecnologie e l’aumento dell’interesse in attività di svago dati i periodi di quarantena, i casinò online hanno avuto una notevole crescita negli ultimi due anni. In particolare, tutti quei portali che sono riusciti a distinguersi per convenienza delle offerte e dei bonus di benvenuto, sono stati premiati da partecipazione e nuovi iscritti. 

Per individuarli, i giocatori si sono affidati a siti come https://www.casinoitaliani.it/, che confronta e recensisce i casinò legali in Italia per supportare i giocatori nella scelta del migliore. Con le opinioni degli esperti si può capire quali fattori rendono un casinò online meglio di un altro, sulla base di promozioni, cataloghi, metodi di pagamento e altri parametri significativi. Il settore è quindi in crescita, ed è pronto a rientrare nel mondo del calcio per sponsorizzare qualche squadra.

La richiesta della FIGC

Alla luce delle enormi perdite economiche che il calcio ha sofferto a partire dal 2020 a causa della pandemia di Covid-19, i vertici della FIGC hanno deciso di richiedere al governo una sospensione temporanea della legge di cui sopra. Aprire nuovi contratti di sponsorizzazione sarebbe un ottimo modo per riprendere a far girare l’economia del calcio, che porta notevoli vantaggi anche alle casse dello Stato. 

Fino ad adesso gli unici contratti che sono stati firmati tra squadre e siti di gioco online riguardavano i paesi esteri. Ad esempio, l’AC Milan ha firmato un accordo con Premier Bet, che sarà il suo official betting partner in Africa. 

Questo non è abbastanza, come riporta Gabriele Gravina, bisogna riconsiderare la capienza degli stadi e “agire con celerità per impedire che la crisi del calcio professionistico obblighi i Club al blocco dell'attività, [...] con un non auspicabile decremento della contribuzione fiscale diretta e indiretta”.

L’importanza del calcio nell’economia italiana

La decisione governativa sarà fatta alla luce della reale importanza del settore calcistico nel quadro dell’economia nazionale. I dati parlano di una perdita di 1,3 miliardi di euro nelle due stagioni 2019-20 e 2020-21. Considerando che le tasse pagate dal settore allo stato negli anni precedenti erano sopra 1,5 miliardi di euro, questo numero non è affatto insignificante. 

La riapertura dei contratti di sponsorizzazione tra aziende di betting e club italiani potrebbe aumentare significativamente il flusso di denaro tra questi due settori e di conseguenza anche una leggera ripresa delle casse statali. 

A questo si aggiungerebbe il Fondo Salva Calcio, che prevede la creazione di un fondo gestito dalla FIGC composto dall’ 1% sul totale delle scommesse sportive italiane. Questo denaro sarebbe utilizzato per permettere la ripresa del calcio, dai professionisti, alla divisione Femminile, al Settore Giovanile e Scolastico.

tutte le notizie di