Le interviste post partita

Gotti in conferenza: “Era importante tornare a muovere la classifica”

Gotti in conferenza: “Era importante tornare a muovere la classifica”

Dopo tre sconfitte in una settimana i bianconeri tornano a muovere la classifica. 3 a 3 e un punto a testa nella sfida contro la Sampdoria

Stefano Pontoni

Luca Gotti ha commentato il pareggio del "Marassi" in conferenza stampa: "Il pareggio alla fine è il risultato giusto. Abbiamo avuto parecchie occasioni per fare gol ma da parte nostra ci sono stati troppi errori e poca lucidità. Abbiamo permesso alla Sampdoria di rientrare nel secondo tempo e di ribaltare l'inerzia della gara. Quando poi ho visto il tiro di Candreva infilarsi all'incrocio ho pensato alla cabala. Mi fa piacere vedere che la squadra comunque non si è arresa, che ha provato in tutti i modi a recuperare la partita.  Lo spirito che abbiamo messo in campo mi fa ben sperare, fino alla fine abbiamo cercato di fare qualcosa in più dei nostri avversari. Dobbiamo continuare con questo spirito e con questa consapevolezza nei nostri mezzi ma allo stesso tempo dobbiamo limitare gli errori singoli. Quando sbagli in Serie A vieni punito.  Torniamo a muovere la classifica e questo è un altro aspetto importante. Venivamo da tre partite in cui avevamo fatto zero punti. Non ho mai visto però una squadra passiva, nemmeno contro le grandi squadre. La prestazione non era mancata nemmeno contro il Napoli nonostante l0 0 a 4 finale. Oggi contava non perdere per mettere fine all'emorragia di sconfitte".

Soddisfatto di questo punto?

Oggi è stata una partita senza dubbio spettacolare. Secondo me questo punto acquisisce ancora più valore rispetto al fatto che c'erano due squadre che avevano raccolto meno finora rispetto al loro potenziale e che entrambe volevano vincere.

L'Udinese ha qualità e margini di crescita?

"La squadra ha grandissime portenzialità, tanti giovani con prospettive di alto livello. Il compito è di accorciare il futuro per farlo diventare presente il prima possibile, è importante non dare troppa pesantezza a questi ragazzi e perciò era importante anche non perdere oggi".

tutte le notizie di