notizie

Gotti difende i suoi: “Non abbiamo una squadra depressa”

MILAN, ITALY - OCTOBER 31: Luca Gotti, Head coach of Udinese looks on prior to the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 31, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Non bastano 45' positivi ai bianconeri per strappare punti all'Inter. I bianconeri escono sconfitti 2 a 0 da San Siro e ora la classifica si fa pericolosa

Stefano Pontoni

Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, ha commentato così la sconfitta per 2-0 contro l’Inter ai microfoni di Dazn: “Non siamo stati troppo accorti, ma nella prima ora di gioco fino allo 0-0 avremmo potuto gestire meglio il pallone e dare meno continuità all’avversario. Poi dopo il primo gol di Correa è cambiata la partita”.

Come sta la squadra psicologicamente? Come può motivarla?

“Non abbiamo una squadra depressa, ma consapevole del percorso che sta facendo, cosa abbiamo meritato e cosa no. Abbiamo affrontato tutte le big fin qui, non era semplice. Avremmo potuto fare di più e portare via punti da San Siro”.

A Bergamo avete avuto più occasioni, siete ripartiti meglio. Siete mancati un po’ in avanti?

L’Inter non è l’Atalanta come sistemazione in campo, come spazi. Nel primo tempo, però, potevamo fare meglio, non dovevamo forzare la giocata sulle due punte: t’invogliano perché sono forti fisicamente e sanno comportarsi nell’uno contro uno. È chiaro che quando i nerazzurri passano in vantaggio, cambia la partita. E poi le sostituzioni hanno fatto la differenza”.