notizie

Gotti di nuovo in bilico, quali le alternative?

Gennaro Gattuso manager of SSC Napoli gestures during the Serie A match between SSC Napoli and Hellas Verona at Stadio Diego Armando Maradona, Naples, Italy on 23 May 2021. (Photo by Giuseppe Maffia/NurPhoto via Getty Images)

Solo 11 punti in classifica e una vittoria che manca dal 12 settembre (0-1 contro lo Spezia). Squadra in ritiro e tecnico di nuovo in bilico

Stefano Pontoni

Il futuro di Luca Gotti è ancora una volta incerto. Già in estate il rinnovo è stato faticoso, ora la mancanza di risultati apre una nuova crisi. Da domani i bianconeri andranno in ritiro per provare a ritrovarsi in vista della sfida contro il Sassuolo. Quella contro i neroverdi sarà una partita decisiva anche per le sorti del tecnico comachino, che qualora dovesse incappare in una nuova sconfitta potrebbe anche essere esonerato. Non si possono, infatti, escludere sorprese nonostante ad oggi gli sia stata rinnovata la piena fiducia.

Chi in caso di addio? Il sogno di Gino Pozzo si chiama Gennaro Gattuso. L'ex allenatore di Milan e Napoli, però, costa caro e vuole garanzie sul progetto. Voci vicine all'ambiente dicono che un contatto esplorativo ci sia stato, più che altro per sondare l'eventuale disponibilità. Rino non ha fretta di ricominciare, preferisce prendere tempo in attesa di un'offerta importante.

La proprietà dopo diversi tentativi low cost potrebbe decidere di investire su un allenatore di alto livello, che possa consentire alla squadra di far un vero salto di qualità. Altra caratteristica che si va cercando è la capacità nella gestione e nella valorizzazione dei giovani talenti. L'Udinese ha fatto investimenti importanti (Soppy, Samardzic, Udogie, Beto) e vuole che vengano messi a frutto da un allenatore capace.

In questo senso piaceva anche un altro grande nome, Andrea Pirlo, ma l'ex tecnico della Juve non ha esperienza con un club che lotta per la salvezza. Tra l'altro è seguito anche dal Genoa, altro club dalla panchina traballante. Le alternative sicure sono rappresentate da Maran e Donadoni, sicuramente piste più facilmente perseguibili. Soprattutto l'ex Chievo, con cui c'era già stato un approccio a giugno, potrebbe essere l'uomo giusto per portare a termine la stagione. Ci sarebbe anche il vecchio pallino Giampaolo, ancora legato però contrattualmente al Torino.

Come sempre va presa in considerazione anche la pista che porta all'estero. L'Udinese sonda infatti anche il mercato internazionale nonostante la prima scelta sia comunque per un allenatore che conosce già bene il campionato italiano.