storie bianconere

Dieci anni fa i preliminari di Champions tra Udinese e Arsenal

TO GO WITH AFP STORY BY EMMANUEL BARRANGUET (FILES) This file picture taken on August 24, 2011 in Udine shows  Udinese's French and Moroccan defender Benatia Al Mouttaqui Mehdi Amine (front) challenging for the ball with Arsenal's  forward of Nederland Robin van Persie and Udinese's Sweden defender Joel Ekstrand  during their UEFA Champions League Qualifying Play-Off round football match. Benatia will play with Udinese against Rennes on September 15, 2011.  AFP PHOTO / FILES / GIUSEPPE CACACE (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP via Getty Images)

Dieci anni fa si svolgevano in questi giorni di agosto i preliminari di Champions League tra Udinese e Arsenal, pietra miliare della storia bianconera

Davide Marchiol

Dieci anni fa in questi giorni era alta la febbre da preliminari di Champions League in quel di Udine. Erano infatti i giorni dell'atteso scontro andata e ritorno contro l'Arsenal. Il 16 agosto l'Udinese è volata all'Emirates per sfidare la corazzata di sua maestà Wenger, mentre il 24 ha sfidato i Gunners al Friuli.

Una trasferta agrodolce quella dell'Emirates, con il forfait di Maurizio Domizzi che cambia i piani del tecnico Francesco Guidolin. Il tecnico dunque schiera un'inusuale difesa a quattro con i neoacquisti Ekstrand e Neuton (oltre che Benatia e Danilo) per contenere i velocissimi Gervinho e Walcott. Senza dimenticare bomber Van Persie, che si farà sentire al ritorno.

La difesa a 4 però non ce la fa, visto che in velocità l'Arsenal la sblocca subito grazie alla zampata di Theo Walcott. L'Udinese comunque ci crede, inorgogliendo tutti i tifosi bianconeri e provando a cercare un gol in trasferta che nelle coppe è sempre pesante. Di Natale centra un legno, Armero va vicinissimo alla rete, Handanovic salva quando c'è bisogno. Un 1-0 (con poi un 1-2 al Friuli) che resta dunque un ricordo dolce e anche un pizzico amaro: fieri di come se la sono giocata le nostre zebrette, ma anche quel piccolo rimpianto dato dalle occasioni fallite. Una pietra miliare nella storia friulana.

Questa la formazione che scese in campo all'Emirates:

Udinese (4-5-1) - Handanovic, Ekstrand, Benatia, Danilo, Neuton (14' st Pasquale), Badu, Isla, Asamoah, Pinzi (43' st Abdi), Armero; Di Natale. A disposizione: Belardi, Doubai, Fabbrini, Vydra, Denis. All. Guidolin

tutte le notizie di