notizie

Di Natale: “In panchina mi diverto. In futuro sogno di allenare l’Udinese”

PONTEDERA, ITALY - AUGUST 29: Antonio Di Natale manager of Carrarese Calcio 1908 gestures during the LEGA PRO match between US Citta' di Pontedera and Carrarese Calcio 1908 on August 29, 2021 in Pontedera, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Totò Di Natale non nasconde la sua volontà in futuro di tornare a Udine come allenatore

Jessy Specogna

Antonio Di Natale, ex capitano dell'Udinese ed attuale tecnico della Carrarese, ha rilasciato una bella intervista ai microfoni di Lacasadic.com. In essa, Totò ha parlato dei suoi primi anni da allenatore, rivelando anche un sogno per il futuro.

"In panchina non mi fermo un attimo, un po’ come quando giocavo. Penso e cammino, cammino e penso. Cerco di farmi sentire, soprattutto con gli attaccanti. All'inizio non mi ispirava neppure fare l’allenatore. Poi l’incontro a La Spezia con Pasquale Marino mi ha fatto scattare la scintilla. Dico la verità, non c’è confronto tra fare l’allenatore e fare il calciatore. E’ il triplo più difficile. Lì devi pensare a te stesso, nel mio caso a buttarla dentro, qui invece il discorso è inverso, a cosa non devi non pensare!? Però ti dico, quando vado in panchina, mi diverto da pazzi. E’ una sensazione bellissima."

"La mia Carrarese?  E' un po’ alla Guidolin, squadra compatta che riparte. Io voglio che i ragazzi si muovano senza palla, soprattutto gli attaccanti, come facevamo io e Alexis e cerchino di proporre. Siamo partiti con il 4-3-3 per poi passare al 4-3-1-2 in queste ultime partite. Non è stato un inizio facile anche perché abbiamo avuto grossi problemi con il Covid e solo in queste ultime settimane siamo stati al completo. Allenare il Napoli in futuro?Beh sì, dai. E’ il sogno di tutti i napoletani. Poi certo mi piacerebbe anche allenare l’Udinese. Ma sono sogni appunto, pensiamo al presente."

tutte le notizie di