Queste le pagelle ai bianconeri da parte del Corriere dello Sport.

MUSSO 7 - Prontissimo su Under, nell'unica chiamata di tutto il primo tempo. Nella ripresa contiene anche Carlos Perez.

BECAO 6,5 - Marcatore fastidioso, partecipa suo malgrado al secondo episodio decisivo della serata: l'espulsione di Perotti.

DE MAIO 6,5 - Tende a distrarsi, tra tante cose buone. Buca l'intervento su Kalinic dopo pochi minuti ed è salvato dal fuorigioco. A inizio ripresa lascia strada a Carlos Perez.

NUYTINCK 6,5 - Non è sempre leggiadro nei movimenti, ma è quasi sempre nel posto giusto.

LARSEN 6,5 - Comincia forte, spingendo pause. Nonostante qualche errore di misura, è un laterale efficace. Chiude a sinistra dopo l'ingresso di Ter Avest.

SAMIR - SV

DE PAUL 7 - Determinante anche a scartamento ridotto. Al rientro, fluidifica la manovra dell'Udinese, anche se sul gol di Lasagna è fortunato: il suo assist sporco era un tiro sbagliato. E' molto più limpido il pallone offerto a Okaka invano nella ripresa, per non parlare dell'Accelerazione con assist (questo ha la A maiuscola) per Nestorovski.

JAJALO 6,5 - Detta i tempi con ordine: la mancanza di pressione della Roma ne aiuta il ritmo flemmatico.

WALACE 6 - Molto mobile, sufficientemente aggressivo, rivedibile per precisione.

FOFANA 6,5 - Si incunea nella partita con vigore. E fa partire l'azione del secondo gol. 

ZEEGELAAR 6 - Si aspettava più ansia. Quando Carles Perez si infila negli spazi, lo fa a distanza dalla sua fascia.

TER AVEST 6 - Forza fresca.

LASAGNA IL MIGLIORE, 7 - On fire. Dopo la doppietta all'Atalanta, segna la settima rete in campionato. Incredibile la grazia che gli concede Fazio, lasciandolo correre in solitaria per 70 metri per poi perderne la marcatura. Mirante ne frena invece l'esultanza sul potenziale raddoppio. Esce per un problema muscolare.

OKAKA IL PEGGIORE, 5,5 - Da lontano ex, è tenero senza volerlo con i vecchi amici. Fallisce in contropiede il possibile 0-2.

NESTOROVSKI 7 - Applica alla perfezione il compito di guastatore e viene ricompensato dal gol della felicità: non segnava dal 24 novembre. 

TEODORCZYK 5,5 - Spreca subito in maniera maldestra un contropiede 3 contro 2. Segna solo in fuorigioco.

GOTTI 7 - Serata show. Vara un robusto turn over, con 5 novità su 11, sfruttando la benevolenza altrui: da esperto di tattica, gli basta aggredire le fasce per mandare in tilt la Roma. Con questa vittoria semplice e insperata, la salvezza è più vicina.

Sezione: Notizie / Data: Ven 03 luglio 2020 alle 10:18
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print