notizie

Amoroso: “Se l’Udinese vuole tornare a lottare per l’Europa deve investire su un allenatore esperto”

Amoroso: “Se l’Udinese vuole tornare a lottare per l’Europa deve investire su un allenatore esperto”

Le parole di Amoroso ai microfoni del Messaggero Veneto

Jessy Specogna

Marcio Amoroso ha rilasciato un'intervista ai microfoni del Messaggero Veneto.

"Non entro nel merito, ma credo che per i giocatori sia troppo comodo giocare a Udine, in una città ideale che non ti mette pressione, con uno stadio tra i migliori in Europa e una società che mette tutto a disposizione, come quella dei Pozzo. Detto questo, all'Udinese non mancano i giocatori, ma l'atteggiamento, il saper giocare in due modi essenziali: bisogna saper chiudere le partite, gestendo senza rischiare nulla per poi colpire in contropiede quando si è avanti, e sapersela giocare a viso aperto quando ti trovi sotto. Se l'Udinese vorrà davvero tornare a lottare per l'Europa dovrà investire su un allenatore esperto".

"L'aspetto più difficile da gestire è la mancanza di Gino Pozzo, la sua lontananza dalla squadra, e parlo per esperienza personale. Ai miei tempi c'era sempre e si faceva sentire, ci sosteneva nei momenti difficili. Tipo: Gennaio del '97, giochiamo in casa con la Sampdoria e perdiamo 5-4. Andammo in ritiro, restammo tutti uniti e con calma trovammo i nostri equilibri e le nostre convinzioni. Svoltiamo con la giusta mentalità e via verso traguardi insperati. Gino era lì, ci teneva molto".

tutte le notizie di