QUI TORINO - Mazzarri con il dubbio Zaza

13.09.2018 21:14 di Redazione TuttoUdinese  articolo letto 285 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
QUI TORINO - Mazzarri con il dubbio Zaza

Il Torino ha salutato la Serie A con i sorrisi bagnati della gara contro la SPAL, nel giorno dei 13 anni di presidenza di Urbano Cairo. La ritroverà in casa dell'Udinese, per cominciare la grande cavalcata da una lunga serie di domande all'unica risposta che conta. Quella relativa all'obiettivo finale dei granata.

ZAZA O NON ZAZA - L'interrogativo circola da quando il Torino ha annunciato Simone Zaza: l'attaccante lucano è compatibile con Andrea Belotti? Sulla carta, sì: il 3-5-2 di Mazzarri può prevedere l'impiego di un doppio attaccante di ruolo, e lo stesso lucano ha ricordato come le sue migliori stagioni siano arrivate quando ha giocato in coppia con qualcun altro. Il problema, a ben vedere, è il terzo incomodo: Iago Falque, fin qui il più ispirato degli avanti granata e al momento irrinunciabile. Il rebus tattico è servito: sacrificare uno dei tre, e nel caso chi, oppure modificare il modulo? Un rebus che molti allenatori vorrebbero, peraltro.

COME È ANDATA LA SOSTA? Rimaniamo ai due attaccanti italiani: Belotti ha rimediato scampoli di partita con Polonia e Portogallo, Zaza ha giocato da titolare e senza entusiasmare la sfida di Lisbona. Ha segnato, invece, Parigini con l'Under 21: bel messaggio a Mazzarri. Titolare e capitano col suo Venezuela Rincon, nelle giovanili Lukic e Damascan. Sono rimasti alla base Ola Aina e Ansaldi: entrambi si sono sottoposti a terapie in settimana e non saranno della partita.

L'UOMO IN PIÙ - Potrebbe non partire ancora titolare, ma Simone Zaza è comunque l'arma in più, oltre che il principale tema di discussione per il Toro. Fin qui, lo abbiamo visto in campo per 19 minuti contro la SPAL: troppo poco, per dire cosa possa dare in questa stagione all'ombra della Mole.

COSÌ CONTRO L'UDINESE - Detto e ridetto dei dubbi tattici e di uomini lì in attacco, il resto dell'undici titolare è in buona sostanza deciso: sulla sinistra a centrocampo andrà Berenguer anche per assenza assoluta di alternative in questo momento. A centrocampo, Rincon è reduce da un volo intercontinentale: Mazzarri potrebbe preferirgli Baselli. 3-5-2: Sirigu; Izzo, N'Koulou, Moretti; De Silvestri, Soriano, Baselli, Meité, Berenguer; Belotti, Iago Falque.