La Samp verso l'Udinese, crisi societaria e classifica precaria

18.11.2019 14:40 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Samp verso l'Udinese, crisi societaria e classifica precaria

Come arriverà la Sampdoria alla partita contro l'Udinese? I blucerchiati hanno soli 9 punti e davvero tanti problemi, soprattutto dal punto di vista societario. Non a caso occupano il terz'ultimo posto in classifica dopo un'inizio stagione davvero da dimenticare. L'arrivo di Ranieri, che ha presto il posto di Di Francesco, ha dato sicuramente una scossa ma la situazione resta oggi ancora assai complicata. Sfida, quella con i bianconeri, importantissima, quindi, in ottica salvezza.

Per capire lo stato di salute della Samp abbiamo contattato un collega doriano, Gianluca Botta: "Quella con l'Udinese è la prima di una serie di partite chei blucerchiati affrontano per uscire dalle zone rosse della classifica. Siamo tutti sorpresi da questo prima parte di campionato, nessuno si sarebbe aspettato di vedere la squadra così in basso. La sosta, a ranghi ridotti per le tante assenza, non ha facilitato il lavoro di Ranieri. In queste settimane si è cercato di compattare il gruppo, il mister sta facendo un lavoro psicologico per ritrovare fiducia e serenità".

Inizio di stagione davvero difficile anche per Quagliarella: "Difficile dare una risposta sui motivi di questa crisi, si spera che si possa presto sbloccare. Fisicamente è a posto ma psicologicamente appare bloccato. Negli ultimi anni ci aveva abituati a ben altri rendimenti. Il gioco di Giampaolo lo metteva sicuramente in condizione migliore, mentre ha sofferto le scelte tattiche incomprensibili di Di Francesco. Dobbiamo tenere conto però che anche per lui l'età avanza. E' un rebus sicuramente". 

Così così anche Gabbiandini: "Ha dato veramente poco. da quando è tornato il suo rendimento è stato assolutamente al ribasso. Ci si aspettava sicuramente di più. Forse non gioca nel suo ruolo ma in ogni caso servono prestazioni diverse".

Fallito il progetto Di Francesco: "E' un ottimo allenatore, che lavora tantissimo, la preparazione è stata maniacale. L'acquisizione della società ha bloccato la campagna acquisti, non sono mai arrivati quei giocatori che lui aveva richiesto. Non avere giocatori adeguati per il suo modulo lo ha penalizzato tantissimo. La Samp è rimasta nel limbo e a pagare alla fine è stato l'allenatore".

I prossimi giorni capiremo che formazione verrà schierata: "Ci sono grossi punti interrogativi, ranieri è un allenatore che stupisce. ha assestato la difesa, il suo 442 è molto compatto ed ermetico. C'è qualche ballottaggio, soprattutto davanti dove Caprari può rubare il posto a Gabbiadini".