l avversario

Hellas Verona, Juric in conferenza: “L’Udinese ha giocatori fortissimi ma siamo riusciti a non farli attaccare. Ci ? mancato solo il gol”

Hellas Verona, Juric in conferenza: “L’Udinese ha giocatori fortissimi ma siamo riusciti a non farli attaccare. Ci ? mancato solo il gol”

Pari a reti bianche contro l'Udinese per l'Hellas Verona, nel primo anticipo del turno infrasettimanale di Serie A. Il tecnico degli scaligeri Ivan Juric è atteso a breve nella sala stampa del Bentegodi per la conferenza...

Stefano Pontoni

Pari a reti bianche contro l'Udinese per l'Hellas Verona, nel primo anticipo del turno infrasettimanale di Serie A. Il tecnico degli scaligeri Ivan Juric è atteso a breve nella sala stampa del Bentegodi per la conferenza post-partita.

Era una partita da temere, invece li avete messi alle corde."Il secondo tempo è stato splendido, l'Udinese ha giocatori fortissimi. È mancato solo il gol, tante belle azioni. Siamo riusciti a non farli attaccare".

Siete usciti con grande forza."Fare un secondo tempo così non è scontato. Rischiando anche di dare profondità. Hanno fatto una partita splendida. Il primo tempo è stata una mia scelta essere più prudenti, per limitare Lasagna".

Come sta Di Carmine?"Stepinski comunque ha fatto bene. È stato sfortunato su quell'azione, ha fatto quello che gli ho chiesto. Di Carmine ha preso un brutto colpo, spero recuperi presto".

Stepinski poteva fare meglio su quell'azione?"Ha fatto bene, anche il portiere ha fatto una grande parata. Con le sue caratteristiche ha fatto quello che pensavo potesse darci".

Qual è stata la chiave?"Nel primo tempo siamo stati prudenti e ho dato più possesso all'Udinese. Nel secondo tempo abbiamo deciso di andare ad aggredirli alti".

C'è un po' di frenesia?"Possiamo fare meglio da quel punto di vista, ce l'abbiamo. Ma sono comunque contento".

Qual è il ruolo di Amrabat?"È abbastanza completo, può fare il lavoro sporco. Si esalta quando il ritmo è alto. Quando la partita si apre così ha gambe e grande spirito. Sta facendo molto bene".

Il derby con Tudor?"È un fratello, siamo cresciuti insieme. Sa tutto di me e so tutto di lui".

Quasi impossibile farvi gol su azione."Nel primo tempo abbiamo rischiato qualcosa, nel secondo tempo niente. Sono contento per Dawidowicz. Si è sempre allenato bene e ha fatto una prestazione importante".

Perché Di Carmine titolare?"Volevo dargli fiducia, ha fatto bene a Torino ed è stato sfortunato sul rigore. Volevo farlo giocare per sessanta minuti, poi fare entrare Stepinski".

È contento della classifica?"Va bene così, è importante che il pubblico ci supporti così. Speriamo di avere più fortuna".

Perché non ha convocato Empereur?"Non era sereno nell'allenamento di ieri".

Cos'è mancato in attacco?"Ci arriviamo, c'è stata un po' di sfortuna. Non bisogna impazzire, penso che gli attaccanti possono far meglio, sono giocatori che vengono dalla B. I ritmi sono più alti, ma confido che i ragazzi possano crescere e segnare".

Verre è entrato bene."Ha grande tecnica. Lui e Zaccagni hanno fatto bene. Magari serve più precisione, però dobbiamo essere contenti".