l avversario

Cagliari-Udinese 1-1, LE PAGELLE DEGLI AVVERSARI: capolavoro di Lykogiannis, Godin provvidenziale

Cragno 6,5 – Grande intervento già al 3' e buona guardia nel complesso, pur commettendo un errore in fase di rimessa che gli sarebbe potuto costare caro. Non può nulla invece sulla zampata da distanza ravvicinata di...

Stefano Pontoni

Cragno 6,5 - Grande intervento già al 3' e buona guardia nel complesso, pur commettendo un errore in fase di rimessa che gli sarebbe potuto costare caro. Non può nulla invece sulla zampata da distanza ravvicinata di Lasagna che vale l'1-1, prestazione più che sufficiente.

Zappa 6 - Spinta costante e grande intesa con Nandez sulla fascia destra: il Cagliari nell'ex Pescara ha trovato una vera rivelazione del campionato.

Godin 6,5 - Stringe i denti e torna dal 1' nonostante non sia al meglio. Un recupero a dir poco prezioso per la retroguardia sarda, viste le due-tre chiusure provvidenziali con cui l'ex Inter salva letteralmente il risultato.

Carboni 5 - Il classe 2001 ha personalità da vendere, ma oggi compie un piccolo passo indietro. A macchiare la sua prova è infatti l'errore di interpretazione sull'1-1 bianconero, quando si lascia scavalcare dall'assist di Pussetto per Lasagna, dimenticandosi completamente dell'avversario in marcatura.

Lykogiannis 7 - Il suo secondo gol in campionato è un autentico capolavoro di balistica. Oltre a questo, è una spina nel fianco continua sulla fascia sinistra e sempre il più pericoloso fra le fila locali. Man of the match, almeno nel Cagliari.

Marin 6 - Buon filtro a centrocampo per l'ex Ajax, che lavora bene sia in fase di possesso che di non possesso pur senza eccellere in modo particolare.

Rog 6,5 - La prova del centrocampo rossoblù è positiva in toto, ma l'ex Napoli è senza alcun dubbio il migliore del reparto. Quantità e qualità, non si ferma mai (Dall'88' Oliva s.v.).

Nandez 6 - Il suo ritorno è fondamentale per Di Francesco, che ritrova un autentico motorino di centrocampo. Corre, arpiona palloni e si inserisce negli spazi, rimediando pure un brutto taglio in testa.

Joao Pedro 5 - Nel primo tempo tira un po' il fiato, nel secondo sfiora il 2-1 vedendosi dire di no dal suo connazionale Samir e poco altro. Non è il solito Joao Pedro, ma considerato il suo ruolo da stacanovista una pausa possiamo pur concedergliela (Dall'88' Gaston Pereiro s.v.).

Sottil 5,5 - Tra i più attivi e pimpanti per 45 minuti, un po' meno nella ripresa fino alla sostituzione. Le sue sortite offensive avrebbero meritato migliori risultati dinanzi a suo padre, ma Musso ha risposto almeno due volte presente (Dal 79' Simeone s.v.).

Pavoletti 5 - Preferito a Simeone dal 1'. Il "Pavo" si muove molto e cerca spesso la sponda, ma finisce per non lasciare il segno sul match (Dal 64' Ceppitelli 6 - Dopo il pari bianconero, mister Di Francesco inserisce un difensore al posto di un attaccante per ridare equilibrio al suo Cagliari passando dal 4-2-3-1 al 3-5-2. La mossa giusta al momento giusto, per arginare un'Udinese sempre più in palla nella ripresa).

Eusebio Di Francesco 6 - Il suo Cagliari non torna a vincere, ma ottiene un altro punticino e almeno convince dal punto di vista del gioco contro una buona Udinese. L'ex tecnico di Sassuolo, Roma e Samp oggi risolve al meglio l'emergenza difensiva (l'esperienza di Godin accanto alla gioventù di Carboni), anche se la scelta Pavoletti dal 1' al posto di Simeone - a posteriori - non porta i risultati sperati.