gli ex

Scuffet: “Era arrivato il momento di chiudere la storia con l’Udinese per ripartire da zero”

Simone Scuffet during Serie A match between Udinese v Juventus, in Udine, on October 6, 2017 (Photo by Loris Roselli/NurPhoto via Getty Images).

Le parole dell'ex Scuffet al Messaggero Veneto

Jessy Specogna

Simone Scuffet, ex portiere bianconero ed attuale giocatore dell'Apoel Nicosia, ha parlato ai microfoni del Messaggero Veneto. Ecco alcune delle sue dichiarazioni:

"Son soddisfatto della scelta fatta, perché era arrivato il momento di mettere un punto alla storia con l'Udinese per cercare di ripartire da zero. Ho avuto richieste anche in Italia, ma l'Apoel mi ha cercato e voluto più di tutti, acquistandomi senza prestiti".

"Sono rimasto colpito dall'organizzazione del club, con strutture di livello internazionale. D'altronde l'Apoel è la squadra più titolata di Cipro, è seguito da una tifoseria appassionata che si fa sentire in ogni settore dello stadio, e camminando per strada percepisco l'onore di indossare una maglia così prestigiosa. Sto imparando ad avere grande rispetto e curiosità per quei campionati stranieri che da noi possono essere considerati con sufficienza. Era così in Turchia e lo è anche a Cipro, dove ci sono fior di giocatori e club organizzati come l'Apoel. Qui si gioca un calcio diverso, meno tattico, e le squadre si affrontano a viso aperto".

"Mi sento ancora con il gruppo dei portieri, e poi Nestotrovski e De Maio con cui mi vedevo spesso anche fuori dal contesto lavorativo. Credo che il gruppo bianconero con cui ho fatto la preparazione estiva stia trovando omogeneità e unità d'intenti, con una rosa competitiva che può puntare almeno al decimo posto, anche se la salvezza viene prima di tutto".

 

tutte le notizie di