focus

Verso Udinese Napoli: i bianconeri chiamati all’impresa

UDINE, ITALY - AUGUST 22: Gerard Deulofeu of Udinese Calcio celebrates after scoring his team second goal during the Serie A match between Udinese Calcio v Juventus at Dacia Arena on August 22, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

La Dacia Arena è pronta ad ospitare il Napoli, diecimila tifosi per spingere i bianconeri verso quella che sarebbe un'impresa

Stefano Fabbro

Dopo sette punti nelle prime tre partite per l'Udinese di Gotti è in arrivo una dura prova, forse quella del nove, contro il Napoli dell'ex Luciano Spalletti reduce da 5 giorni di fuoco con la vittoria contro la Juventus di sabato scorso e il pareggio significativo in rimonta contro il Leicester in Europa League. Questo tour de force con 3 appuntamenti nel giro di 7 giorni per i partenopei potrà essere sicuramente un vantaggio per la squadra bianconera, la quale invece ha avuto la settimana piena per lavorare e preparare questa partita così importante, non solo per la classifica, ma anche per l'ambiente che da sempre tiene particolarmente alla sfida casalinga contro il Napoli.

Proprio il pubblico rappresenterà un ulteriore punto di forza per l'Udinese, visto che lunedì sera è prevista una folta presenza di supporter bianconeri contro i circa mille/duemila tifosi napoletani previsti. I tifosi friulani sono pronti a scatenare il loro entusiasmo dopo la partenza col botto della propria squadra, lo stadio sarà quasi tutto dipinto di bianconero per spingere i ragazzi di Gotti verso una vera e propria impresa, fermare la capolista del campionato. Per riuscirci Gotti deve ancora sciogliere i suoi dubbi di formazione e ancora una volta quello più grosso riguarda l'attacco: infatti dopo l'esordio da titolare contro lo Spezia, per Deulofeu potrebbe prospettarsi una nuova panchina, assolutamente non una bocciatura, ma una gestione delle forze e studio della partita, visto che lo spagnolo potrebbe risultare devastante entrando a partita in corso, contando anche la probabile stanchezza degli avversari reduci da l'impegnativa trasferta inglese. Al posto dello spagnolo è probabile che Gotti decida di puntare su Makengo, avanzando Pereyra nel ruolo di seconda punta vicino a Pussetto, difficile invece che si veda Samardzic dal primo minuto, nonostante la perla in Liguria, il gioiellino tedesco partirà ancora dalla panchina pronto a subentrare anche lui. Per il resto la formazione è praticamente delineata: Molina, reduce da un allenamento differenziato, non desta preoccupazione, tutto programmato per averlo al top proprio per lunedì sera, affianco a lui agirà ancora Arslan con Walace da volante basso davanti alla solita difesa a 3 composta da Becao, Nuytinck e Samir, sino ad arrivare a Stryger Larsen pronto sull'out mancino.

Per quanto riguarda il Napoli invece non sono previste sorprese, pochi cambiamenti rispetto alla sfida in Europa, Politano sostituirà Lozano e Manolas tornerà ad affiancare Koulibaly, confermatissimi invece Osimhen e capitan Insigne.

Mancano ancora tre giorni alla sfida contro il Napoli, per Gotti c'è dunque tempo per risolvere il dilemma legato a Deulofeu, nel frattempo la piazza è carica, l'Udinese quest'anno c'è eccome e anche lunedì è pronta a dare battaglia, spinta dal suo fantastico pubblico per affrontare i 7 giorni di fuoco, in cui dopo il Napoli troverà prima la Roma e poi la sorprendente Fiorentina di Italiano, servirà la migliore Udinese per uscire con punti da questo delicatissimo trittico.

tutte le notizie di