focus

Una friulana a Milano: il primo impegno dell’Apu alle FinalFour di Supercoppa ? Tortona

Una friulana a Milano: il primo impegno dell’Apu alle FinalFour di Supercoppa ? Tortona

Final Four, eccoci qui. Dopo quattro vittorie consecutive, Udine è chiamata al penultimo sforzo per coronare al meglio una preseason davvero inaspettata. La semifinale di Supercoppa è già uno splendido traguardo, con la stessa...

Francesco Paissan

Final Four, eccoci qui. Dopo quattro vittorie consecutive, Udine è chiamata al penultimo sforzo per coronare al meglio una preseason davvero inaspettata. La semifinale di Supercoppa è già uno splendido traguardo, con la stessa Apu che, partita dopo partita, è sembrata prendere sempre più considerazione del proprio valore e sempre più confidenza con il gioco voluto da coach Ramagli. Dopo Scafati-Torino delle ore 18.30, all’Allianz Cloud di Milano andrà in scena, ore 21, Apu Old Wild West versus Bertram Tortona, sfida valida per un posto in finale. Giunti fin qui, “crederci” ormai non basta più. Tutte e quattro le pretendenti hanno messo in mostra il proprio valore e hanno dimostrato di meritare un posto in semifinale. Da qui in avanti vincerà chi avrà maggior controllo dell’andamento emotivo della partita. In palio c’è pur sempre il primo titolo stagionale e la vetrina è già di primissimo livello.

Di fronte ai bianconeri ci sarà, come già detto, Tortona, qualificatasi come prima nel girone Verde, dal quale è uscita anche la Reale Mutua Torino, altra semifinalista, come miglior seconda. A completare il gruppo erano Casale Monferrato e Biella, curiosamente le formazioni che hanno eliminato Udine negli ultimi due playoff. Tortona, dal canto suo, ha compiuto un percorso ‘perfetto’ con tre vittorie nel girone (con una media di 82 punti fatti e 70 subiti) e quella dei quarti di finale contro Treviglio per 69-76.

Dopo le delusioni della passata stagione, conclusa con un terzultimo posto nell’Ovest, la Bertram è ripartita confermando l’allenatore, Marco Ramondino, ma cambiando completamente volto al roster, cercando di cucirne il nuovo sul taglio del coach. Inutile dire che ne è uscita una squadra molto interessante. Gli slot degli stranieri sono stati occupati da Kenny Gaines Jr., americano, e da Andrejs Grazulis, lettone. Il primo è una guardia che, uscita dall’Università della Georgia, ha fatto esperienza in Francia e in Lituania prima di approdare qui in Italia. Grazulis è invece un centro di 2 metri e 3 centimetri che nella passata stagione ha giocato con il Riga, la squadra della capitale lettone. I nuovi innesti italiani, probabili partenti titolari, sono Riccardo Tavernelli, play da Latina, Matteo Martini, ala sempre in arrivo da Latina e Rei Pullazi, altra ala rilevata da Trapani. A loro si aggiungono Mascolo da Jesi, Formenti dall’Assigeco Piacenza, Cepic da Siena e De Laurentiis da Forlì. Con tutti loro l’Apu dovrà fare i conti questa sera, in una gara dove risparmiarsi non sarà più concesso.