Saltata sabato scorso all'ultima ora l'ospitata della Ristopro Fabriano che ha chiesto il rinvio a causa di ricadute Covid, la Pontoni Falconstar Monfalcone (Murabito e Gobbato 12 punti a testa) è stata l'unica delle due squadre Fvg di serie B che mercoledì ad Ancona ha giocato e perso per 77-64 (30-20, 49-36, 66-48) contro la Luciana Mosconi Il campetto (Leggio 20 punti con 4 su 5 al tiro da due e 4 su 7 da tre, Caverni 12 con 5 su 6 da due, Rossi 10, Colombo 4+11 rimbalzi) nella seconda giornata di un teorico ritorno perché il girone C di seconda fase, in realtà, mette di fronte ognuna delle otto squadre del sottogirone C1 di prima fase alle altrettante formazioni del sottogirone C2, e viceversa, in gare di sola andata. I cantierini di coach Matteò Praticò, slittata la prima di ritorno con la Janus basket Fabriano, erano reduci dalla sconfitta interna per 68-85 con la Liofilchem Roseto giovedì della settimana scorsa nel recupero della terza d'andata dopo che vincendo per 59-68 in casa della Sutor Montegranaro si erano allontanati dalla zona play-out sfiorando quella play-off, dalla quale li dividono tuttora 2 punti in classifica. Capitan Luca Bonetta e compagni ora sono undicesimi a quota 16 in perfetta solitudine, ultima piazza per andare in vacanza a fine girone C. Prima erano noni con Senigallia che, però, ha disputato una gara in meno e Giulianova che, invece, ne una in più dei bisiachi. Ad Ancona hanno affrontato una squadra, che annovera nel roster anche la guardia-ala del 1999 Denis Alibegovic (2 punti in 20 minuti giocati) il minore dei tre figli dell'ex capitano snaiderino Teoman, salita a 22 lasciando a 20 la Virtus Padova che ha perso a Giulianova, mentre Senigallia ha vinto il derby marchigiano a Jesi, che con 18 punti era da sola all'ottavo e ultimo posto utile per i play-off dov'è stata riagganciata da abruzzesi e corregionali. I risultati di queste tre partite hanno ridisegnato i confini della zona che porterà a giocarsi le sfide promozione. La Pontoni ha affrontato la trasferta ad Ancona priva di Scutiero, Macaro e Arnaldo oltre che di Cautiero, infortunatosi martedì sera nell'Apu under 20, vittoriosa all'esordio, al pari di Ohenhen che milita invece nella Gesteco Ueb Cividale. 

L'altra squadra regionale di B è restata a guardare nel turno infrasettimanale. La Gesteco, infatti, avrebbe dovuto giocare a Fabriano per disputarsi il primato nel girone C in casa dei marchigiani che però, sabato scorso verso mezzogiorno, hanno chiesto causa Covid e ottenuto il rinvio dalla società del presidente Davide Micalich a mercoledì 28 aprile. Prima i ragazzi di coach Stefano Pillastrini avranno modo di rifarsi dello scivolone interno per 59-63 contro Montegranaro, di cui il “Pilla” è cittadino onorario perchè tra il 2003 e il 2007 fece fare alla compagine il doppio salto dalla B all'A1 per la prima volta nella sua storia, con cui il fine settimana scorso hanno perso l'imbattibilità al palaPerusini in campionato e interrotto una striscia vincente di dieci partite fra sottogirone C1 e girone C. Domani, alle 19.30, capitan Giovanni Fattori e compagni infatti ospiteranno a Cividale l'Ancona nell'ultima sfida a domicilio della seconda fase per chiuderla, dopo il recupero infrasettimanale della seconda di ritorno a Fabriano, domenica 2 maggio a Civitanova Marche. Rossella Civitanova che domani, in contemporanea alla gara di Cividale, sarà di scena a Monfalcone che cercail riscatto. 

Questo fine settimana, domani alle 19 a Ponzano Veneto, finirà la stagione regolare di A2 femminile per la Delser Crich Lbs Udine che nel girone Nord è già certa da tempo dei play-off . La squadra rivelazione di coach Alberto Matassini attende di sapere soltanto se affronterà le sfide promozione da prima, seconda o terza classificata in base all'esito dei recuperi che devono ancora disputare le sue inseguitrici Crema, che l'ha battuta in finale a Brescia aggiudicandosi per il quarto anno di fila la coppa Italia, e Moncalieri.

Domenica, con calendario ufficializzato ieri dalla la Lega nazionale pallacanestro dopo gli ultimi recuperi di mercoledì nel girone rosso di A2 maschile, l'Old Wild West Apu Udine terza classificata nel verde comincerà la sua seconda fase cosiddetta a orologio ospitando alle 18 al Carnera l'Uniero Forlì, che l'eliminò sùbito in Final eight di Supercoppa in prestagione a Cento e contro cui si è presa la rivincita nei quarti di coppa Italia a Cervia dov'è arrivata poi sino in finale. L'Oww è finita nel migliore girone di merito, riservato alle prime tre classificate della prima fase, in cui si porterà dietro i risultati fatti con Torino capolista e Tortona damigella d'onore e, quindi, solo i 2 punti ottenuti contro quest'ultima nella penultima gara di prima fase. Dopo il debutto nel girone bianco con Forlì affronterà, in gare di andata e ritorno sino al 16 maggio, anche Scafati che ha battuto in semifinale di Coppa e Napoli a cui ha ceduto il trofeo, subendo una rimonta nella ripresa. Le squadre scattano dai blocchi con questa classifica: Torino e Napoli 6 punti; Tortona e Forlì 4; Udine e Scafati 2. Si giocheranno la classificazione dal primo al sesto posto nei due tabelloni dei play-off che, dal fine settimana del 22 e 23 maggio prossimi, daranno diritto a due promozioni in serie A. Nella seconda di andata del girone bianco l'Oww giocherà mercoledì 28 aprile, alle 19.30, a Napoli ospite della GeVi e nella terza e ultima d'andata riceverà lunedì 3 maggio, alle 18, la Givova Scafati. Aprirà il ritorno domenica 9 maggio, alle 20.45, a Forlì che è il doppio confronto su cui in casa Apu si punta per scalare posizioni in classifica e, quindi, nella griglia dei play-off; questa gara, oltre alla consueta programmazione streaming su Lnp Pass per abbonati, andrà in diretta tv anche sulle piattaforme, digitale (LCN 173 in Friuli Venezia Giulia) e satellitare (canale 814 Sky), di Mediasport Group con telecronaca di Matteo Gandini e commento tecnico di Fabrizio Frates. Nella seconda di ritorno mercoledì 12 maggio, alle 18, l'Oww ospiterà Napoli e finirà la seconda fase domenica 16 maggio, alle 18, a Scafati.               

Sezione: Focus / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 13:56
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print